BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 2 dicembre 2017

ABELLINUM-CAROTENUTO 1-2. Effetto Castiello, il neo bomber si presenta con una doppietta: remuntada con vista salvezza

ABELLINUM-CAROTENUTO 1-2

Abellinum: Settembre, Colella, Della Rocca, Vecchione, Di Falco, Dello Russo, Tozza, Nevola, Gambino, Modesto, Della Vecchia.

A disposizione: De Matteis, Castiglione, Cipolletta, Manzo, De Micco, De Mari, Nunziata.

Allenatore: Della Rocca

Carotenuto: Aprile, Montuori N., Sgambati D., Aprea, Galeone, Cuomo, Capriglione, Minauda, Castiello, Cipolletta,  Carifi.

A disposizione: Di Donato, Auriemma, Gelotto, Narcisio, Perella, Piazzolla, Napolitano S.

Allenatore: Arnone

Arbitro: Nuzzolo di Benevento

Assistenti: Verlezza di Caserta e Chianese di Napoli

Reti: 30’ Tozza (A), Castiello (C).

Note: gara disputata al “Valleverde” di Atripalda; presenti circa settanta spettatori.

Bum bum Castiello, il Carotenuto ha trovato l’uomo della provvidenza? Doppietta al debutto e tre punti d’oro sul campo dell’Abellinum che sanno di rinascita. La formazione di Mugnano del Cardinale fatica per circa un’ora al “Valleverde”, ma quando carbura i metodi di mister Arnone cominciano a far male. Quella che vista la posizione di classifica era considerata una gara delicata ai fini della permanenza nel Campionato Regionale di Promozione i mugnanesi l’archiviano con rispetto per l’avversario, ma con merito indiscusso lanciando un messaggio inequivocabile: guai a pensare che questo gruppo sia disposto ad accontentarsi di una semplice salvezza.

La strada è lunga e sicuramente in salita, ma Arnone (sette punti in quattro sfide) comincia a far rispettare la sua formazione dopo i passaggi a vuoto dei suoi predecessori. Le prossime due gare che separeranno dalla sosta natalizia diranno a chiare lettere dove realmente i mugnanesi potranno arrivare. Prima il San Martino in casa, poi l’Ariano in trasferta decideranno se davvero la compagine rossonera è guarita dai propri mali di identità.

Nel frattempo la rivoluzione Annunziata-Arnone, in attesa dei due blitz finali sul mercato, ha sortito gli effetti speciali. Dopo l’iniziale vantaggio dei locali firmato Tozza, Castiello, mantenendo le grandi aspettative del suo approdo a Mugnano del Cardinale, decide di scatenarsi e lasciare il primo segno. Una doppietta decisiva che comincia a far respirare, ma soprattutto a sorridere, proprio il presidente Annunziata che non ha badato a spese per portarlo a Mugnano.

Arnone, complice una rosa non più ridotta all’osso, può effettuare scelte diverse che danno meno prevedibilità alla condotta sul rettangolo di gioco. Il trainer lancia subito dal primo minuto, oltre a Castiello, Cipolletta, Minauda e Galeone. Gelotto respira per la prima volta dall’inizio della stagione e va in panchina.

La rete nella prima frazione di gioco di Tozza alla mezz’ora porta i mugnanesi in svantaggio. Arnone, però, è bravo a tenere i suoi in partita e a tenere la squadra equilibrata e corta. Quando i mugnanesi riescono a produrre con insistenza trame offensive, per la formazione di casa non c’è nulla da fare. In dodici minuti (al diciottesimo e al trentesimo) Castiello ne fa due e la gara per i mugnanesi è in discesa. La remuntada è servita. Il Carotenuto vince e guarda avanti con meno apprensioni rispetto al passato.