BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 febbraio 2018

AVELLA. Bufera social sul sindaco Biancardi che si difende: “Sono un uomo libero”

Bufera social sul sindaco di Avella Domenico Biancardi. Dopo la sua partecipazione all’appuntamento promosso da Forza Italia in un bar di Avella con i candidati alle politiche Cosimo Sibilia e Pietro Foglia, sono state molteplici le interpretazioni sulle collocazioni politiche della fascia tricolore, in carica anche come presidente della Comunità Montana.

Sempre sui social, dove viene accusato di stare un giorno a favore di uno schieramento politico e quello successivo in un altro, Biancardi chiarisce la sua posizione.

“In merito ai fatti evidenziati e descritti nel Post di Iovino , credo effettivamente di essere un Sindaco abbastanza presente nel mio territorio. Nelle mie vesti istituzionali sono spesso chiamato a rappresentare la comunità di riferimento e, non avendo tessere di partito ne’ superiori politici, liberamente intervengo in manifestazioni pubbliche che richiedono la mia presenza in maniera trasversale. Pertanto, trovo sterili le polemiche da parte di chi, non avendo ruoli istituzionali e quindi di responsabilità, si limita a mandare messaggi non corretti e parole del tutto inesatte.
Nello specifico nella qualità di Presidente della Comunita Montana Partenio sono stato invitato a dare un saluto e ospitalità ad un candidato di Collegio, peraltro locale, ( preciso non in una sezione di partito ma all’interno di un Bar ubicato nel centro storico di Avella)…non ho espresso giudizi negativi nei confronti del Governatore De Luca e ne del Governo Regionale, anzi più volte ho avuto modo di apprezzarne il buon lavoro e di condividere le scelte (sia nei giorni pari che in quelli dispari), anche attraverso il buon lavoro del Consigliere Enzo Alaia di Avella. Ho solo espresso apprezzamento per il candidato come persona legata al nostro territorio poiché di Baiano. Tutto qui !!
Non sono stato mai contattato da rappresentanti del PD irpino, non ho tessere di Partito e mi sento un uomo libero di esprimere il mio pensiero soprattutto in questo particolare momento che vede il PD Irpino lacerato da una cattiva gestione politica.
La comunità Montana Partenio è stata l’unica comunità montana della Campania a fare causa contro il Governatore di centro destra Caldoro per sentir tutelati i sacrosanti diritti di tutti i Lavoratori Forestali, con conseguente Sentenza di condanna del 2017 nei confronti della Regione Campania, oltre a chiedere di continuo e a voce alta anche le dimissioni dell’allora Assessore Nugnes per sua manifesta incapacità in relazione ai problemi della Forestazione.Questo è il sano comportamento di un uomo libero e senza padroni …Il mio passato docet !!! Altro che trasformismo !!!!”.