BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 9 ottobre 2017

AVELLA. Scoperto allevamento clandestino di tartarughe. 53enne nei guai. Ecco come è stato scoperto

Un vero e proprio commercio attivo in tutta la provincia della Campania ovvero quello delle tartarughe terrestri. L’ultima denuncia è avvenuta ieri a Nola. Luglio telematico hai identificato un cinquantatreenne di Avella che aveva allestito in commercio on-line di piccole tartarughe. Gli agenti, sotto mentite spoglie, hanno contattato l’uomo che ha dato l’appuntamento nella vicina Nola, in via nazionale delle Puglie, nei pressi di un noto esercizio commerciale e del raccordo autostradale. In auto l’uomo aveva 20 baby tartarughe senza gli obbligatori documenti. All’appuntamento però ho trovato una sorpresa: ad aspettarlo c’erano le guardie. Durante la perquisizione domiciliare, nel giardino di casa, sono state rinvenute altre 12 tartarughe adulte usate per la riproduzione. Una pratica questa vedono da 2008. L’uomo quindi violava più leggi a tutela degli animali. Il 53 enne è stato denunciato per maltrattamento di animali, detenzione di esemplari di specie animali protette, ricettazione e violazione della legge.