BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 8 aprile 2017

AVELLINO-CARPI 1-0. Perrotta a tempo scaduto, lupi avanti con fiducia

Successo al cardiopalma per l’Avellino, che, battendo il Carpi al ‘Partenio-Lombardi’ con il guizzo di Perrotta al 93′, conquista la tredicesima posizione con 44 punti, a più sette dalla zona calda dei play-out. Resta a quota 48 il Carpi di Castori.

Prima frazione combattuta a viso aperto da ambo i lati. I padroni di casa provano sin da subito ad imbastire trame offensive ed ottengono un penalty dopo 4 giri di lancette: dal dischetto si presenta Ardemagni, che però calcio malamente. Il Carpi tenta la reazione con Mbakogu ma è super l’under21 serbo Radunovic. I biancoverdi provano a fare la partita, ma gli emiliani sono particolarmente pericolosi nelle

Successo al cardiopalma per l’Avellino, che, battendo il Carpi al ‘Partenio-Lombardi’ con il guizzo di Perrotta al 93′, conquista la tredicesima posizione con 44 punti, a più sette dalla zona calda dei play-out. Resta a quota 48 il Carpi di Castori.

Prima frazione combattuta a viso aperto da ambo i lati. I padroni di casa provano sin da subito ad imbastire trame offensive ed ottengono un penalty dopo 4 giri di lancette: dal dischetto si presenta Ardemagni, che però calcio malamente. Il Carpi tenta la reazione con Mbakogu ma è super l’under21 serbo Radunovic. I biancoverdi provano a fare la partita, ma gli emiliani sono particolarmente pericolosi nelle ripartenze come quella del minuto 4′ di Letizia: il jolly biancorosso manda a sedere un paio di difensori ma fallisce la conclusione. Niente recupero, il sig. La Penna manda tutti negli spogliatoi sul parziale di 0-0.

Nella ripresa i due tecnici mescolano le carte effettuando in totale tre cambi nel giro di 10′. I lupi macinano gioco e mancano per un soffio il vantaggio: dal corner di Laverone nasce una furiosa mischia, che dopo una serie di ribattute termina col fischio del direttore di gara che decreta il fallo in favore del club di mister Castori. Esce Mbakogu, ma il Carpi non demorde in fase offensiva: si fa avanti Lasagna con una defilata e potente conclusione, ancora Radunovic però salva la porta degli irpini. Mister Novellino tenta il tutto per tutto gettando nella mischia anche Castaldo, il quale si procura dopo pochi minuti un’invitante punizione: Migliorini si presenta alla battuta del calcio da fermo, colpendo in pieno la barriera carpigiana. Quando ormai la gara sembra terminare sul risultato ad occhiali, arriva il blitz dei lupi: angolo per l’Avellino, spunto di testa di Lasik e gol del più lesto Perrotta in scivolata. Festa grande al ‘Partenio-Lombardi': successo determinante dei verdi per la lotta alla salvezza. Delusione e sconforto sulla panchina del Carpi.

Tabellino:
Avellino: Radunovic, Gonzalez (46′ Bidaoui), Perrotta, Djimsiti, Migliorini, D’Angelo, Omeonga, Moretti (56′ Lasik), Laverone, Eusepi (75′ Castaldo), Ardemagni
A disp: Lezzerini, verde, Castaldo, Belloni, Lasik, Soumarè, Jidayi, Bidaoui, Camarà
All: Novellino
Carpi: Belec, Struna (88′ Poli), Romagnoli, Gagliolo, Letizia, Lollo, Sabbione, Mbaye, Bifulco (46′ Concas), Mbakogu (65′ Beretta), Lasagna
A disp: Petkovic, Concas, Bianco, Beretta, Poli, Seck, Carletti, D’Urso, Lasicki
All: Castori
Arbitro: La Penna di Roma 1
Assistenti: Rossi di La Spezia e Tardino di Milano
Quarto Uomo: Capraro di Cassino
Ammoniti: Struna, Gagliolo, Sabbione
Reti: 92′ Perrotta
Angoli: 5 a 5
Recupero: 2′ e 3′
Note: Ardemagni si fa parare un calcio di rigore