BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 giugno 2018

AVELLINO. Il punto sulle trattative di mercato

di Francesco Alfonso Barlotti

L’Avelino si prepara ad allestire la rosa per il prossimo campionato, anche se ci sono dei problemi societari a livello di iscrizione, come detto da Walter Taccone all’emittente di SportChannel214“Faccio l’ultimo sacrificio della mia vita e della mia famiglia per l’Avellino, ovvero l’iscrizione al campionato, ma non garantisco di restare per tutto il campionato nonostante i costi più bassi e gli introiti più alti che stanno arrivando.” Continua il presidente Walter Taccone: “Non posso più mettere a rischio la mia salute e le mie finanze ancora per tanto tempo, lo farò con tutto il cuore, non voglio essere ringraziato, ma i tifosi sappiano che questa iscrizione mi costa un patrimonio. Ma ho assoluta necessità di avere qualcuno al mio fianco, se questo non arriverà credo di non poter finire il campionato, spero di sbagliarmi.”  Di certo, le dichiarazioni di Taccone hanno generato timore tra i tifosi bianco-verdi, ma comunque la dirigenza non si è fatta perdere d’animo e già alla ricerca di elementi validi da portare alla corte di Michele Marcolini.

Con il partente Lezzerini, la società irpina è alla ricerca di un estremo difensore valido e tra i profili ricercati c’è quello di De Gregorio. Classe 97′, il portiere di proprietà Inter la scorsa stagione ha giocato con la maglia del Renate,dove ha collezionato 33 presenze. L’agente del portiere milanese è stato intervistato da SportChannel214 ed ha confermato l’interesse dell’Avellino per De Gregorio: “Ad oggi ci sono tre candidate alla scelta finale e tra queste c’è anche l’Avellino. Il club biancoverde ha mostrato interesse e un certo tipo di idea che ci potrebbe piacere. Ci sono già stati contatti, anche tra la dirigenza dell’Avellino e quella dell’Inter. È ancora presto, vedremo”. Mentre, sulla destinazione gradita: “Ho avuto modo di lavorare con il direttore sportivo De Vito già in passato, nell’anno della semifinale play-off con il Bologna. In quegli anni ho apprezzato l’entusiasmo dei tifosi e il seguito che ha la squadra. Per un ragazzo giovane questo conta. Il calcio va giocato davanti a cinquantamila persone e non con la presenza di cinque gatti”.

Il secondo profilo vagliato dall’Avellino è quello di Raffaele Di Gennaro. Sempre l’Inter è proprietaria del cartellino; Di Gennaro vanta molta esperienza in Serie B, dopo aver militato tra le fila di Cittadella, Latina, Ternana e Spezia.

Sirene dalla Serie A per Nicola Falasco. L’ex Cesena è richiesto dal Chievo Verona e da un altro club della massima serie e la società avellinese potrebbe cederlo per un’offerta allettante, pur di fare cassa. In caso di partenza di Falasco, De Vito già avrebbe pronto il suo sostituto: Claudiu Mirovschi. Classe ’99, il centrocampista rumeno è uno dei gioielli della Primavera della società di Enrico Preziosi.  Esterno rumeno dalla grande duttilità, velocità e impetuosità: nel 2015 viene acquisito dalla società genoana per poi essere aggregato all’Under17; poi, l’anno successivo all’Under19.

Intanto per il reparto offensivo verrà confermata la presenza di Matteo Ardemagni, che al momento ha deciso di continuare la sua avventura con la maglia biancoverde ed ha voglia di riscattarsi, dopo la deludente stagione. Insieme al bomber milanese si ripartirà con Benjamin Mokulu. Il belga, rientrato dal prestito dalla Cremonese e quasi recuperato dal brutto infortunio di dicembre scorso, ha voglia di guadagnarsi un ruolo da protagonista e non avere un ruolo marginale. Sarà interessante la scommessa Salvatore Molinaro. Attaccante classe ’98, la scorsa stagione ha militato tra le fila della Palmese in Serie D.

A parte tutto, saranno giorni importanti per il rinnovo di Luigi Castaldo, dopo i sussulti del suo procuratore in riferimento ad un possibile addio del numero 10 irpino. Il sodalizio di Piazza Libertà ha offerto un triennale con ingaggio spalmato in questo lungo periodo.