BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 febbraio 2018

AVELLINO-NOVARA 2-1. Doppietta di Gavazzi: tre punti d’oro per i lupi

AVELLINO-NOVARA 2-1

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Ngawa, Kresic, Morero, Rizzato (16′ st Laverone); Molina (12′ st Cabezas), D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui; Gavazzi (34′ st Falasco); Asencio.
A disp: Radu, Pecorini, Marchizza, Migliorini, Vajushi, De Risio, Evangelista, Mentana, Wilmots.
All.: Novellino.

Novara (3-4-1-2): Montipò; Troest, Mantovani, Chiosa; Dickmann (21′ st Di Mariano), Moscati, Casarini, Calderoni; Orlandi; Sansone (29′ st Macheda), Puscas (21′ st Maniero).
A disp.: Farelli, Benedettini, Del Fabro, Sciaudone, Maracchi, Seck, Lukanovic, Ronaldo, Golubovic.
All.: Di Carlo.

Arbitro: Pezzuto di Lecce.

Reti: 35′ pt Gavazzi, 4′ st Calderoni, 31′ st Gavazzi.

Ammonizioni: Morero, Puscas, Casarini.

Ritorna il sorriso in casa Avellino, nel segno di Davide Gavazzi. Il centrocampista biancoverde, con una pesantissima doppietta, permette agli irpini di imporsi per due a uno contro il Novara di Di Carlo. Novellino, obbligato nelle scelte iniziali, opta nuovamente per il solo Asencio in attacco, coadiuvato da Gavazzi sulla trequarti e da Molina e Bidauoi sulle fasce. Escluso Migliorini, al suo posto il ritrovato Kresic. I biancoverdi, privi del peso offensivo, riescono a rendersi pericolosi soltanto con tiri dalla distanza e da calci piazzati. E, infatti, Gavazzi dopo solo un quarto d’ora, dalla distanza fa partire una conclusione che, parata da Montipò, va a schiantarsi sul palo. Il centrocampista, però, ci riprova al 34esimo, trovando la rete del vantaggio: da fuori area lascia partire un gran destro che s’insacca alle spalle del portiere piemontese. Avellino uno, Novara zero. Il primo tempo termina con il medesimo risultato, mentre la ripresa vede un’immediata reazione degli ospiti. Al quarto minuto, Calderoni, con la complicità di una deviazione all’interno dell’area di rigore, con un sinistro al volo dalla distanza inganna Lezzerini. A sorpresa, arriva il pareggio del Novara. Gli ingressi in campo, nelle file biancoverdi, di Laverone e Cabezas, tentano di spostare gli equilibri del match. E lo stesso Cabezas, ad un quarto d’ora dalla fine, fa partire un cross che trova il solo Gavazzi in area di rigore. Quest’ultimo, raccoglie la palla servita dall’ecuadoriano, colpendo al volo e realizzando una rete ricolma d’estetica. Di nuovo Gavazzi, di nuovo sorpasso dei lupi. Esplodono i pochi tifosi presenti sulle gradinate del “Partenio-Lombardi”. Gli uomini di Novellino riusciranno poi a mantenere il risultato fino alla fine, conquistando tre punti fondamentali in ottica salvezza.