BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 ottobre 2017

AVELLINO-SALERNITANA. Il grande giorno del derby si avvicina: il Partenio sarà tutto “esaurito”

di Leo M. Pecorelli

È la settimana del tripudio. La settimana in cui la cittadina biancoverde, per un giorno, si sveglia collettivamente. La settimana in cui l’ambiente si auto-carica, nutrendo entusiasmi e premesse positive. La settimana in cui il tempo passa troppo lentamente, e il desiderio aumenta. La settimana dove è necessario dimenticare il passato per affrontare al meglio il momento. La settimana in cui le rivalità, condite da sani sfottò, hanno motivo d’esistere. La settimana in cui, diciamocelo, tre punti avrebbero un altro peso specifico. È la settimana di Avellino-Salernitana. Domenica, alle 17:30, la tana dei lupi accoglierà affettuosamente i cugini granata. E dopo la caduta di Bari, gli irpini vorranno rialzarsi, per continuare a volare. La città freme. Polverizzati i biglietti della Curva Sud, oggi è toccato alla Tribuna Terminio. Il dato ufficiale è di 4600 tagliandi venduti, oltre ai circa 3000 abbonati. Per gli ospiti, invece, soltanto 800 biglietti disponibili, già tutti esauriti. Grande risposta dunque, dal tifo. Sarà una sfida affascinante, oltre che attesissima. Sarà anche la sfida degli ex, ben quattro: Radunovic, Pucino, Zito e Asmah. Tutti di sponda granata, che hanno militato in passato tra le file biancoverdi. La Salernitana ha rimediato, fin’ora, nove punti. Ad una sola lunghezza dai play-out. Un esordio stagionale non esaltante, che ha visto, diverse volte, mister Bollini sul banco degli imputati, da parte dell’ambiente salernitano. Novellino, invece, carico abbastanza per il derby, sta provando la formazione da inserire contro gli avversari. E ci sono ancora diversi dubbi da scogliere. Nonostante la sconfitta contro Aureliano, sabato scorso, i lupi avranno, già domenica, l’occasione di potersi rilanciare nuovamente nelle primissime posizioni. La posta in palio sarà alta. E, nel nome di una rivalità mai celata, la cornice della giornata sarà lo spettacolo sugli spalti. In campo, bisognerà lottare, aggredire, osare. Se l’Avellino osa, diventa più bello. Più insidioso. Più pericoloso. La Salernitana di certo non sarà un cliente comodo, e dunque servirà una grande prestazione dei biancoverdi. Al gara mancano tre giorni, ma già non si parla d’altro. Non si pensa ad altro. Il derby ha sempre un gusto particolare. Ma Avellino è pronto; e domenica, si spera e si prospetta, che lo dimostrerà.