BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 aprile 2018

BAIANESE. Il calciatore Soriano pronto a tornare in Italia e giocare la Champions League: ecco chi è pronto ad acquistarlo

Roberto Soriano potrebbe tornare in Italia. Per il centrocampista originario di Sperone in forza al Villarreal l’estate che sta per arrivare potrebbe coincidere con il ritorno nel campionato di serie A.

Mentre la stagione sportiva volge al termine gli operatori di mercato delle società professionistiche si guardano già intorno per individuare i migliori calciatori utili al rafforzamento delle rispettive rose.

Dopo due anni in forza alla compagine del “sottomarino giallo”, Soriano già dalle prossime settimane potrebbe essere al centro di diversi incroci di mercato. A muoversi concretamente su di lui in questi primi approcci di mercato è l’Inter, soprattutto in ottica di una probabile qualificazione in Champions League. Quello del direttore sportivo della beneamata Ausilio è un interesse noto nei confronti del calciatore mandamentale. Già in passato, ed in particolar modo ventiquattro mesi fa, l’Inter era stata molto vicina all’acquisizione delle prestazioni sportive di Soriano. Poi l’inserimento del Villarreal, che pagò la clausola rescissoria alla Sampdoria di circa 15 milioni di euro, fece saltare l’operazione. In Spagna, in due stagioni sportive, in molti hanno avuto l’opportunità di apprezzare l’enorme bagaglio tecnico di Soriano. Strabiliante la prima stagione conclusasi con ben dieri reti. Più travagliata, invece, la seconda stagione dove a causa di un infortunio all’inizio dell’anno Soriano è stato impiegato con discontinuità. Le sue buone prestazioni, però, non sono passate inosservate tant’è che Ausilio avrebbe ottenuto già il placet di Spalletti per condurre in porto l’operazione. Un profilo, quello di Soriano, che la società neroazzurra non avrebbe mai smesso di seguire. Di qui a qualche settimana, quindi, la società di Suning è pronta a fare il prezzo ed acquistare il calciatore provando ad anticipare la concorrenza.

Un eventuale ritorno in Italia, ovviamente, potrebbe permettere al calciatore speronese di essere al centro del nuovo progetto tecnico della nazionale italiana per il biennio che dovrebbe condurre all’Europeo del 2020.