BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 10 agosto 2018

BAIANO. Ancora un ex sulla strada dei granata: ci sarà anche Galluccio con il Cimitile

La stagione degli ex sulla strada del Baiano. Seconda puntata: i granata, dopo Francesco Sgambati, incontreranno un passato più recente. Quello rappresentato da Angelantonio Galluccio divenuto nel frattempo allenatore del Cimitile. Dodici mesi fa l’ambiente baianese era in fibrillazione per il ritorno al “Bellofatto”, nelle vesti di allenatore, dell’estremo difensore più amato della storia, in particolar modo tra la fine degli anni novanta e l’inizio degli anni duemila. L’approdo di Galluccio sortì produsse subito una ventata di ottimismo visto che il Baiano partì con il vento in poppa e per le prime sette-otto giornate riuscì a viaggiare di pari passo alle grandi del torneo. Successivamente una flessione fece naufragare la luna di miele con l’allenatore tanto da spingere il presidente Antonio D’Avanzo e il direttore sportivo Angelo Gagliardi a congedare Galluccio poco prima di Natale. Sebbene sul campo tutti ricordano le gesta di un portiere divenuto simbolo della formazione baianese tanto da divenirne un idolo della tifoseria, il ricordo da allenatore non è stato certo esaltante. Ciò non ha affatto incrinato il rapporto di Galluccio con la piazza (e viceversa), ma è chiaro (e forse anche giusto) che nei novanta minuti di gioco che si presenteranno non saranno uguali agli altri: i tre punti in palio avranno un sapore particolare. E la schiera degli ex nel Cimitile potrebbe allungarsi sul rettangolo di gioco (e non solo in panchina) con i vari De Riggi, Di Meo e Marano…