BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 marzo 2018

BAIANO-ARIANO 1-1. Ricchiuti non basta, i granata conservano il quinto posto per i play off

Termina in parità l’atteso recupero tra Baiano e Ariano Irpino. Il punto a testa non smuove le ambizioni delle due formazioni di poter accedere ai play off promozione.

Mister Santaniello opta per un prudente 4-4-2. Tra i pali c’è Spirito. Linea difensiva a quattro con Monda e Pastore centrali e Rastiello e Cozzolino sulle corsie laterali. A centrocampo il duo centrale è formato da capitan Sgambati (che torna dal primo minuto) e Madonna. Sugli esterni, in piena propensione offensiva, ci sono Carifi e Di Meo. In attacco, invece, il tandem Ricchiuti – Falco.

La gara è vibrante, la posta in palio elevatissima e le due formazioni non si sottraggono affatto alla contesa. Da questi novanta minuti si decidono le sorti per poter cercare di raggiungere i play off e ogni errore potrebbe risultare fatale. La differenza la fanno i dettagli. Come poco prima della mezz’ora quando Ricchiuti, ben imbeccato da una verticalizzazione, si presenta davanti all’estremo difensore avversario e lo spiazza senza fallire. Il Baiano è in vantaggio, il “Bellofatto” esplode. La compagine di Santaniello da l’impressione di poter reggere al cospetto di un avversario comunque importante e pronto a vendere cara la pelle. Verso lo scadere della prima frazione di gioco arriva la rete del pareggio della formazione ufitana. E’ un gol non gol, segnalato dall’assistente arbitrale, a decretare un contestatissimo uno a uno che rappresenta una doccia fredda per la formazione di casa visto che assaporava il prezioso vantaggio all’intervallo. Per il Baiano la palla, al termine di un’azione convulsa in area di rigore, non avrebbe varcato la linea di porta, anzi l’intervento di Spirito era stato provvidenziale per evitare proprio la rete della formazione ospite. La terna arbitrale ha deciso diversamente.

Nella ripresa il risultato di parità non si schioda. Il Baiano ci prova, ma l’Ariano fa buona guardia e non demorde. Anche in fase difensiva i granata non sono da meno respingendo ogni assalto della compagine arianese.

Al triplice fischio finale il pareggio non cambia il destino del Baiano a tre giornate dalla fine del torneo. La compagine del presidente D’Avanzo, che resta la migliore in assoluto del girone di ritorno (meglio anche del San Tommaso prossimo all’Eccellenza), conserva il prezioso quinto posto che vale l’accesso alla lotteria per la promozione alla categoria superiore, ma dopo un meritato riposo, a partire dal 7 febbraio non dovrà affatto perdere colpi per strada per non vanificare l’obiettivo di rientrare nella griglia. Si riprenderà in casa del Ponte.