BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 14 maggio 2017

BAIANO. Ecco perché mister Sgambati lascia un’eredità difficile da raccogliere

Un’eredità difficile da raccogliere. La panchina del Baiano scotta e i risultati, positivi, ottenuti dall’allenatore che andrà a misurarsi probabilmente in qualche altra realtà, fanno si che per il suo successore non sarà un’impresa affatto facile riuscire a dare una nuova dimensione, nel prossimo campionato, alla compagine granata.

“Fare meglio di quanto fatto è impossibile”, ha affermato Francesco Sgambati quando ha manifestato la sua volontà di lasciare il Baiano con una vittoria del Campionato Regionale di Prima Categoria e due salvezze, nel torneo superiore, con netto anticipo rispetto alla conclusione del torneo. Non poco con una squadra prettamente locale e capitolo dei rimborsi piuttosto limitato. Il suo progetto, però, sarà destinato a continuare con un altro condottiero.

Sgambati, intanto, lascia con 98 panchine sullo scranno della gloriosa società baianese e con una percentuale di vittorie che oscilla intorno al 50%. Il tecnico, infatti, ha vinto 48 volte; pareggiato 17 e perso (solo) 33 volte. Con lui il Baiano ha vissuto tre stagioni decisamente di alto profilo; impressionante la striscia con cui il tecnico cominciò nel Campionato Regionale di Prima Categoria mettendo le basi per il successo finale. Da esordiente in Promozione ha vinto le sue scommesse ed ora, lasciando a malincuore (probabilmente) la panchina della squadra del proprio paese, cercherà maggiori ambizioni in altri lidi.