BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 10 ottobre 2017

BAIANO. Il capitano Sgambati non si accontenta: “Noi per la salvezza? Forse è la scaramanzia di qualcuno…”

di Leo M. Pecorelli
Sfida in famiglia senza nessun vincitore. Capitan Enzo Sgambati (Baiano) contro il mister Francesco Sgambati (Paolisi), e i destini che s’incrociano.
Abbiamo avuto una grande reazione – afferma il capitano granata Enzo Sgambati – Potevamo certamente fare meglio, avendo preparato la partita in maniera diversa. Purtroppo è andata così, loro hanno giocato da squadra. Non siamo ancora entrati del tutto nei meccanismi del mister. Siamo venuti meno nella prima frazione di gioco, ma nel secondo tempo è stato cambiato qualcosina e alla fine ci è andata bene. Anzi, addirittura potevamo vincerla. I cambi fatti nel secondo tempo hanno risolto la gara. È stato giusto mettere in campo persone più fresche fisicamente al posto di chi, fino ad allora, non aveva dato il massimo. Io compreso, in particolare…”
Riguardo la sfida contro il fratello minore dei Sgambati, il capitano granata ha scherzato sulla questione, affermando: “Sabato sera sono andato a casa sua, per insultarlo. Era convinto di venire a vincere, ma menomale che gli ho rovinato la festa. Merita gli insulti.
Lo stesso Sgambati poi, rispetto all’evoluzione della stagione dei baianesi, conclude: “Stiamo andando bene ma dobbiamo ancora migliorare. Abbiamo recuperato una partita incredibile, soprattutto perché ci è andata bene. E dunque raccogliamo questo punto come se ne fossero tre. Ma dobbiamo dare di più. Parecchi devono ancora capire dove si trovano, gli under in primis. Salvezza? Per me non è il vero obiettivo del Baiano. Abbiamo una rosa forte, valida, costruita bene. A mio avviso non dovremmo lottare per la salvezza. Forse molti lo dicono per scaramanzia. Dunque, dobbiamo continuare così. Quest’anno abbiamo tutte le potenzialità per fare bene.”