BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 17 aprile 2017

BAIANO. Sgambati ricarica il gruppo: “Non possiamo chiudere sottotono una stagione positiva”

Dopo la sconfitta a Bisaccia, il Baiano di Mister Sgambati, ormai ad un passo dalla salvezza, è pronto a reagire nel prossimo match contro il San Martino dopo la sosta pasquale. Mancano due gare alla fine e i granata, ufficiosamente già salvi, attendono solo il responso della matematica. Conforto che potrebbe arrivare anche in caso di sconfitta nella prossima gara.

Il tecnico granata, però, tiene alta la concentrazione nel gruppo: “A Bisaccia è stata una sconfitta inaspettata, ma c’è da dire che abbiamo giocato con sette under e con la mente troppo sgombra, perché praticamente già salvi. Abbiamo dominato l’intero match, costruendo numerose azioni da gol ma senza concretizzare. All’unico tiro in porta della Bisaccese, che in realtà non era nemmeno un tiro in porta, abbiamo subito gol. Perdere contro una squadra già retrocessa dà fastidio, ma il calcio è bello e imprevedibile proprio per questo. Ora dobbiamo affrontare San Martino e Accadia, nelle ultime due gare. Veniamo da tre sconfitte consecutive, quindi vorremo conquistare punti nei prossimi match. Sarebbe un peccato concludere un gran campionato con cinque sconfitte consecutive. Comunque, anche se ad un passo dalla permanenza in Promozione, la squadra è sempre al completo agli allenamenti, e questo è da lodare. Vedere l’immensa voglia di questi ragazzi è una vittoria per noi dello staff“.

Riguardo le prossime gare, tra gli indisponibili ci saranno ancora D’Avanzo e capitan Sgambati, mentre la bella notizia è che dopo diversi mesi farà il suo ritorno in campo Dario Esposito, che avrà sicuramente l’occasione di giocare a San Martino. “Purtroppo quest’anno siamo stati tempestati di infortuni e squalifiche – aggiunge Sgambati – Ad un certo punto della stagione, dopo la vittoria di Grottaminarda, potevamo ambire seriamente ai play-off, ma non c’è stato un particolare sforzo da parte della società che già ne fa tantissimi. Detto questo, l’importante è aver conquistato la salvezza, unico obiettivo del Baiano.

E sul futuro: “Come ho già detto diverse volte, questo sarà il mio ultimo anno al Baiano. Si chiude un ciclo di tre anni. Per ora non è arrivata l’offerta di nessuna squadra. Mi divertirò comunque con la scuola calcio, a prescindere dalla squadra che troverò per allenare”.