BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 17 dicembre 2016

BARI-AVELLINO 2-1. Fedele ribalta Castaldo: Novellino resta all’asciutto. Lupi penultimi e sabato c’è il derby

BARI-AVELLINO 2-1

Bari(4-3-3): Micai, Scalera, Tonucci, Capradossi, Daprelà, Furlan (25’st Castrovilli), Romizi, Fedele, Brienza, Maniero, Fedato (6’st De Luca)

A disposizione: Ichazo, Boateng, Abreu, Turi, Andrade, Doumbia, Gernone, Curtis.

All. Colantuono

Avellino(4-2-3-1): Frattali, Gonzalez, Jidayi (43’st Mokulu), Djmsiti, Perrotta, D’Angelo, Omeonga, Belloni (9’ Crecco), Castaldo, Verde, Ardemagni (15’st Camarà).

A disposizione: Radunovic, Offredi, Diallo, Asmah, Lasik.

All. Novellino

Arbitro: Chiffi di Padova

Reti: 46’ Castaldo(A), 6’st e 34’st Fedele(B)

Ammoniti: De Luca(B), Tonucci(B)

Note: presenti circa 15mila spettatori di cui un migliaio di Avellino.

di Leo M. Pecorelli

Niente da fare: l’Avellino perde anche a Bari. Continua la serie negativa lontana dal Partenio, per i biancoverdi. Tutto fa pensare ad un anno estremamente negativo, in cui tutto sembra andare tutto storto. La traversa di Castaldo, all’ultimo minuto, grida ancora vendetta. Contro un Bari incerottato, con nove assenti titolari, gli uomini di Novellino non riescono a strappare nemmeno un punto. Al “San Nicola”, termina due a uno a favore dei padroni di casa. E pensare che lo stesso Castaldo, nel recupero del primo tempo, aveva portato in vantaggio i biancoverdi con un incornata vincente su assist di Verde. La rete illusionista fa sognare per pochi minuti gli irpini, che al sesto minuto del secondo tempo subiscono il gol del pareggio: Fedele raccoglie una palla dalla distanza e con un gran destro insacca nel sette. Frattali, inerme, non si oppone alla conclusione dello svizzero(tra l’altro con origini avellinesi) e il Bari ristabilisce il punteggio. I puglesi, spinti dall’entusiasmo della rete, risultano più offensivi e tentano anche il vantaggio.

Gli ospiti cercano di sfruttare i contropiedi, che arriva alla mezz’ora della ripresa con Camarà. Quest’ultimo, lancia Verde, che a tu per tu con Micai si fa ipnotizzare dal portiere avversario. Gol sbagliato, gol subito: un minuto dopo, il solito Fedele, raccoglie una palla respinta al limite dell’area di rigore e infila per la seconda volta Frattali. Il “San Nicola” festeggia, l’Avellino incassa la beffa. Gli uomini di Novellino, espulso negli ultimi minuti di match, provano a replicare dopo lo svantaggio. In pieno recupero, Castaldo, con un siluro dalla distanza, colpisce la traversa, facendo rabbrividire i biancorossi. Termina, comunque, due a uno per i padroni di casa, tra il rammarico dei biancoverdi. Dunque, sembra non avere fine la sfortuna degli irpini, che hanno conquistato un solo punto nelle ultime tre partite, meritando certamente di più. Sarà comunque importante non scoraggiarsi; la prossima settimana c’è il derby contro la Salernitana e la classifica diventa sempre più critica. Urge una reazione e, soprattutto, un pizzico di provvidenza in più.