BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 11 maggio 2017

CAROTENUTO. Bordata di Bianco ad Annunziata: “Vada in Eccellenza, faccia il quinto posto, e poi potrà parlare…”

di Leo M. Pecorelli

Botta e risposta. Tra il dott. Pietro Bianco (ex allenatore e dirigente del Carotenuto) e l’attuale presidente dei rossoneri Ciro Annunziata, la divergenza di vedute a distanza non si placa. Dal post promozione del Carotenuto, tra i due, si è giunti praticamente ai ferri corti. Bianco parlava di “vittoria di Pirro”, Annunziata replicava affermando “noi facciamo il calcio, lui faceva il pallone”.

Ora va in scena una nuova puntata. Il dott. Pietro Bianco chiarisce l’entità delle sue dichiarazioni: “Rimango sorpreso da questa polemica, non era mia intenzione offendere nessuno. Ho soltanto espresso la mia concezione di fare calcio, differente da quella dell’odierna società del Carotenuto. Ho anche detto di rispettare il lavoro altrui, nonostante non lo condivida. Ripeto, non era mia intenzione alzare polveroni polemici e fare critiche all’operato del Carotenuto. Ho semplicemente espresso una mia idea“.

Sul dilemma “calcio e pallone”, il dott. Pietro Bianco si toglie il classico sassolino dalla scarpa. “Ciro Annunziata ha ragione, io e i dirigenti dell’epoca abbiamo fatto il pallone. Però solo quando riusciranno a vincere un Campionato Regionale di Promozione e piazzarsi l’anno seguente al quinto posto nel Campionato Regionale di Eccellenza, giocando e vincendo contro compagini che oggi militano o che hanno militato in Lega Pro o serie D come Paganese, Angri, Gelbison, Palmese, Scafatese, Gragnano, Solofra o Turris, con un budget economico limitatissimo o inesistente, con calciatori esclusivamente locali, Ciro Annunziata e i suoi dirigenti potranno parlare…