BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 14 novembre 2017

CAROTENUTO. Comincia l’era Massimo Falcone: oggi il primo allenamento del nuovo trainer (il settimo dell’era Annunziata)

Comincia ufficialmente l’era Massimo Falcone a Mugnano del Cardinale. Il tecnico subentrerà all’esonerato Gargiulo. Dopo aver accettato l’incarico nella settimana del derby, ma impossibilitato ad essere presente per motivi personali, l’ex centrocampista che ha fatto tante fortune in serie D ed Eccellenza in Campania, è pronto a calarsi in questa nuova avventura. Su di lui ha puntato tutto prima il neo direttore sportivo mugnanese Alfredo Arnone, poi il presidente Ciro Annunziata. La “rivoluzione” mugnanese, dunque, è pronta a partire e coinciderà con una sontuosa campagna acquisti nel mercato dicembre. Dalla difesa all’attacco, dopo aver sistemato la porta con Di Martino, l’organico mugnanese sarà puntellato in ogni reparto.

Massimo Falcone, intanto, domenica ha preso confidenza con il suo nuovo ambiente. Il diretto interessato, vista anche la cornice di pubblico, è rimasto completamente folgorato. Dopo esser sceso negli spogliatoi prima del match, ha seguito la gara accanto al patron Annunziata. Rispetto al carattere della squadra Falcone è rimasto completamente entusiasta anche se non ha nascosto che solo attraverso la cultura del lavoro si proverà ad uscire fuori dal tunnel. In serata dirigerà il suo primo allenamento. Dopo Papa, Iasio, Iannuzzi, Russo e Gargiulo, Falcone è il settimo allenatore della gestione del presidente Annuziata in meno di un anno e mezzo.

Questa è per me un’avventura molto stimolante. La cornice mugnanese mi affascina e si è visto anche il giorno del derby. Questa è una grande piazza, che tra l’altro ho già affrontato in passato da calciatore, e qui c’è l’atmosfera perfetta per un allenatore emergente come me. La piazza è calda e difficile, ma questo è senza dubbio uno sprono in più. Contro il Baiano è stata fatta una buona gara. Il Carotenuto ha impostato la partita dal primo minuto e mi è piaciuto sotto il punto di vista del gioco e dell’agonismo. Purtroppo la rosa è un po’ ristretta, ma il presidente ha già dato la disponibilità per nuovi innesti nel calciomercato invernale. Questo è un campionato molto equilibrato. Ci troviamo sicuramente in una situazione particolare. Questa squadra era stata costruita per le zone alte della classifica, ma la realtà non ha rispecchiato gli obiettivi pre-stagionali. Io dico che l’unico modo è resettare tutto e pensare che il nostro campionato inizia ora. Dobbiamo dimenticare il passato e cambiare rotta. Perché nessun obiettivo è precluso. Vivere alla giornata fa parte della mia mentalità, sia quand’ero calciatore sia ora da allenatore. Bisogna dare il massimo giornata per giornata. Soltanto così la classifica inizia a sorriderti“.