BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 17 novembre 2017

FROSINONE-AVELLINO 1-1. Ciofani riprende Castaldo, ma per i lupi è un buon pari in ciociaria

FROSINONE-AVELLINO 1-1

Frosinone (3-4-2-1): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Krajnc; M. Ciofani (36′ pt Russo), M. Gori (45′ st Besea), Maiello, Beghetto; Ciano, Dionisi (30′ st Citro); D. Ciofani.

A disp.: Zappino, Vigorito, Crivello, Tarasco, Volpe, Matarese, Errico, A. Gori, Mastrantonio.

All.: Longo.

Avellino (3-5-2): Lezzerini; Kresic, Migliorini, Ngawa; Laverone (14′ st Paghera), Moretti (32′ st Bidaoui), Di Tacchio, Lasik (40′ pt Falasco), Molina; Castaldo, Ardemagni.

A disp.: Radu, Iuliano, Marchizza, Camarà, Gliha, Asencio, Evangelista.

All.: Novellino.

Arbitro: Baroni di Firenze.

Reti: 5′ pt Castaldo (rig.), 4′ st D. Ciofani.

Ammonizioni: Lasik, Migliorini, Krajnc.

Angoli 12-3.

di Leo M. Pecorelli

Buon Avellino, in quel di Frosinone. Allo “Stirpe” termina uno ad uno tra gli irpini e i ciociari. Si è rivista una squadra di carattere. Gli ospiti hanno lottato contro una delle compagini più temute del campionato cadetto, portando a casa un punto prezioso. Punto che, in diverse circostanze, starebbe anche stretto agli uomini di Novellino. Il divario tecnico tra le due formazioni, nell’arco complessivo del match, non si è notato. L’Avellino passa in vantaggio dopo soli cinque minuti, su calcio di rigore. Gigi Castaldo non fallisce dal penalty e porta in vantaggio i suoi. I ciociari provano un’aggressiva reazione, sfiorando diverse volte il pareggio. Nella ripresa, dopo soli quattro giri d’orologio, Ciofani fa esplodere lo “Stirpe”. Su calcio d’angolo di Ciano, il numero nove frosinate incorna alle spalle di Lezzerini, staccandosi dalla marcatura di Migliorini. Dopo il pareggio, i gialloblu calano. L’Avellino ne approfitta. Falasco, Castaldo e Paghera avranno l’occasione di riportare gli irpini in vantaggio. Occasioni, però, non concretizzate. Termina, dunque, con un pareggio la sfida tra Frosinone ed Avellino. Terzo consecutivo per quest’ultimi, dopo Perugia ed Entella. Risultato, comunque, che fa sorridere ai lupi, in un periodo tutt’altro che sereno e pacifico. Nella prossima gara ci sarà il Palermo di Tedino, e sarà necessario avere lo stesso atteggiamento di stasera.