BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 11 febbraio 2018

MONTESARCHIO-CAROTENUTO 3-0. Ancora un ko per i mugnanesi, per la salvezza si fa durissima

MONTESARCHIO-CAROTENUTO 3-0

Montesarchio: Duro, Cirillo, Savoia, Ferretta, Faraone, Cioffi A., Luciano, Amabile,  Cioffi A.A., Boscaino, De Mizio.

A disposizione: Savio, Petecca, Di Blasio, Lombardo, Ferraro, Casale, Nardone.

Allenatore: Casale

Carotenuto: Creuso, Montuori, Sgambati, Minauda, Galeone, Cuomo, Piazzola, Narciso, Castiello, Cipolletta, Auriemma.

A disposizione: Inderest, Volpe, Merolla, Soria, Buono, Sommella.

Allenatore: Annunziata

Arbitro: Ambrosino di Nola

Assistenti: Casillo di Nola e Orazio di Frattamaggiore

Reti: 10’ st e 15’ st De Mizio, 36’ st Cioffi A.

Note: gara disputata a Montesarchio, presenti circa centocinquanta spettatori

Sprofondo rossonero. L’emorragia di risultati del Carotenuto non si arresta. La formazione del presidente Annunziata, da tre settimane senza allenatore, perde anche a Montesarchio e vede aumentare il gap che lo separerebbe dalla zona play out. Un Carotenuto ancora una volta al di sotto delle aspettative riposte dopo il mercato di dicembre cade sotto i colpi del Montesarchio nella giornata dell’amicizia sancita dalle due tifoserie che sin dalla mattinata hanno rinnovato il gemellaggio. La strada verso la permanenza diretta nel Campionato Regionale di Promozione resta in salita: per uscire dai play out il distacco è di quattro punti, mentre sono nove i punti sul penultimo posto occupato dal Ponte (quindi mancherebbe un punto per non disputare lo spareggio retrocessione senza scalare posizioni…).

Una situazione, insomma, molto delicata quella che stanno vivendo i mugnanesi che non riescono a trovare alcuna dimensione reale. Una squadra lontana parente di quella che comunque aveva mostrato uno spirito apprezzabile fino a qualche settimana fa, coinciso addirittura con la vittoria in casa del San Tommaso capolista.

A Montesarchio la prestazione dei mugnanesi non è delle migliori sebbene l’equilibrio duri circa un’ora. Nella prima frazione di gioco le due formazioni si studiano e prevale l’equilibrio. Il Carotenuto prova comunque a guadagnare metri, ma la formazione sannita non si lascia sorprendere. Nella ripresa è una doppietta di De Mizio in cinque minuti a rompere l’equilibrio e a dare alla formazione sannita il vantaggio. Il Carotenuto prova a reagire, ma prima il palo a Cipolletta e poi una traversa di Cuomo non permettono di riaprire l’incontro. Di contropiede il Montesarchio gioca sul velluto e trova la rete del tris con Cioffi.