BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 13 luglio 2018

MUGNANO. Abbandono dei rifiuti in montagna, il comune vara il giro di vite. In arrivo le prime denunce?

Pugno duro dell’amministrazione comunale di Mugnano del Cardinale nei confronti dei trasgressori dei divieti dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti.

Dopo circa un mese di monitoraggio incessante del territorio, il sindaco Alessandro Napolitano, di concerto con l’entourage amministrativo, ha deciso di attuare una vera e propria task force con l’obiettivo di difendere il patrimonio ambientale comunale.

La situazione che gli amministratori mugnanesi si stanno ritrovando di fronte è piuttosto imbarazzante: nonostante i continui lavori di pulizia delle aree, in particolar modo quelle della pineta di San Pietro a Cesarano e quella della zona collinare del Litto e quella del Rifugio Santa Filomena, la situazione a poche ore di distanza risulta essere nuovamente di emergenza. Il deposito dei rifiuti, come appurato di concerto con gli agenti della Polizia Locale e con i militari dell’Arma dei Carabinieri, verrebbe effettuato di proposito (materiale residui di feste).

Per evitare il protrarsi della situazione, come detto, il comune di Mugnano del Cardinale, grazie anche all’ausilio delle telecamere, di droni che sorvoleranno le zone interessate, e del servizio di vigilanza attivato sulle principali strade di accesso alle zone in questione, ha deciso di correre ai ripari. Sarebbe imminente un autentico giro di vite destinato a condurre all’individuazione dei trasgressori dei divieti vigenti e alla successiva segnalazione alle autorità competenti, con possibili risvolti in ambito penale, per deturpazione del patrimonio ambientale.

A breve attesi possibili sviluppi.