BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 18 gennaio 2018

MUGNANO. I 10 anni dei Briganti – Maio Santa Filomena

In qualità di presidente della squadra dei Briganti, io sottoscritto Canonico Costantino, vorrei ringraziare tutti i componenti, che da dieci anni continuamente partecipano a questa tradizione con fede amore e giusto divertimento. La nostra squadra nasce nell’Ottobre 2007, quando in un pomeriggio di pioggia tra una chiacchiera e l’altra, discutemmo dell’argomento Maio, le riflessioni che facemmo in merito alla mancata partecipazione dei giovani e della cittadinanza per questa tradizione erano risolvibili, a tal merito tutti insieme decidemmo di creare qualcosa di diverso. Nell’ottobre di quell’anno formammo la squadra iniziando a diversificare sia i luoghi del pranzo (Fontana del Litto) sia la tirata della pianta (a mano). Il nome di Briganti, fu scelto in merito ad uno studio fatto sulla storia del paese e del santuario della nostra adorata Santa Filomena. Tra una lettura ed un’altra, noi amanti del Sud e della sua storia (Regno delle Due Sicilie), prendemmo atto che:
“Nella visita di Papa Pio IX a Mugnano del Cardinale nel 1849, per volontà di Ferdinando II di Borbone, Re del prosperoso e cattolicissimo del Regno delle Due Sicilie, la piccola Santina fu proclamata, dopo la vergine immacolata, compatrona del Regno. Ferdinando II, era molto religioso, e amava recarsi spesso con tutta la famiglia al Santuario di Santa Filomena a Mugnano, a cui, come tutti i Borbone, era devotissimo. La stessa moglie del Sovrano, la Venerabile Regina di Napoli “Maria Cristina” è stata grande devota della nostra amata Santa Filomena, in quanto non potendo concepire figli si recava spesso a pregare nel Santuario, dopo le sue assidue preghiere a Santa Filomena, essa riconobbe alla Santa la grazia di portare in grembo l’erede al trono Francesco II di Borbone.”
In merito a questa storia veritiera, confrontata alla storia del Regno delle Due Sicilie, e del brigantaggio (la rivoluzione fatta dai briganti nel ribellarsi, nel rigenerare uno stato)… DECIDEMMO TUTTI INSIEME DI CHIAMARCI BRIGANTI! I PRIMI QUELLI VERI!
Concludo dicendo che:
Sono contento e fiero di aver creato insieme a tutti voi componenti della squadra un qualcosa di bello ed aggiungo: “GRAZIE DI CUORE PER TUTTO CIO’ CHE FATE E PER ESSERE STATI VOI I PRIMI IDEATORI E RIGENERATORI DI UNA FESTA COME IL MAIO”.