BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 16 maggio 2017

SIRIGNANO. “Chi rimborserà le guardie ambientali a pochi giorni dalle elezioni? L’ultimo patatrac di Colucci…”: l’ira di Nicola Sgambati

 

Corso Formazione per le guardie Guardie ambientali, esplode la polemica a Sirignano. A sollevare la questione è l’ex assessore al bilancio Nicola Sgambati. “Oramai il sindaco di Sirignano, attraverso le sue prebende elettorali, cerca di giocarsi, con destrezza, la sua ultima arma a disposizione per salvare la poltrona di sindaco. Purtroppo, consci dei tranelli in cui sono ricaduti ripetutamente, questa volta Raffaele Colucci non abbindolerà la popolazione e al corso delle Guardie Ambientali si ritroverà quasi da solo“.

Ci va giù duro l’ex esponente della sua giunta. “Perché il corso comincia dopo l’inizio della campagna elettorale e gli esami, con tanto di rimborso spese per gli stessi frequentatori dovrebbe avvenire solo qualche ora prima del giorno fissato per lo svolgimento delle elezioni? Oramai i sirignanesi sono stanchi di questa storia e tutti, ormai, hanno scaricato colui che nel corso di questi anni, con procedure contro le normative vigenti in materia, ha indebitato a più non posso il comune. Sono i suoi ultimi giorni, ma ormai tutti sanno che Sirignano avrà un nuovo sindaco“.

Restando in tema di guardie ambientali l’affondo di Sgambati è molto dettagliato. “Si è messa in atto, come al solito, una vera e propria contrapposizione tra il proponente di detta prebenda elettorale e i responsabili degli uffici amministrativi del comune di Sirignano che si sono opposti. Una guerra di carte bollate tra chi cerca di tutelare i propri interessi con l’obiettivo di garantirsi qualche ininfluente suffragio aggiuntivo l’undici giugno prossimo e chi, invece, cerca di applicare le normative vigenti precisando che non vi sarà l’emissione di alcun rimborso spesa e che al comune di Sirignano del corso in questione non vi è alcuna documentazione.