BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 marzo 2018

SIRIGNANO. Donna in giunta, il tempo stringe: entro il 30 marzo Colucci deve decidere

Il trenta marzo si avvicina e per l’amministrazione comunale all’orizzonte si intravede un’altra scadenza di una vicenda molto calda e destinata probabilmente a fare anch’essa rumore. Dopo la questione dei consiglieri comunali morosi nei confronti dell’ente in tema di tributi comunali e che rischierebbero il posto (a seguito di nota della Prefettura degli ultimi giorni), si aggiunge anche quella della donna da nominare all’interno della giunta comunale così come prevede la legge vigente in materia. La questione, dietro agli esposti avanzati dal gruppo di minoranza consiliare di Noi con Voi composto da Paola Bellofatto (capogruppo), Luiggi Amodeo e Antonio Montuori, risale allo scorso autunno. In seguito alla prima scadenza comunicata dal Difensore Civico della Regione Campania al 31 ottobre, il sindaco Raffaele Colucci e la sua amministrazione comunale riuscirono ad ottenere una proroga al 31 marzo. Da questa data, ora, la sensazione è che non si scapperà. Quindi ancora una ventina di giorni a disposizione del sindaco per chiudere una vicenda scomoda che rischia di alimentare un clima non certo cordiale all’interno della compagine amministrativa di Sirignano nel Cuore. Per risolvere la situazione il sindaco dovrà scegliere chi dovrà “silurare”, nolente, dall’esecutivo per far posto al gentil sesso: o il vicesindaco Gennaro Fusco, o l’altro assessore Geremia Cillo. La questione, così come lo scorso autunno, non si presenterebbe di facile risoluzione. Scontata, invece, risulterebbe la scelta della donna da portare in giunta. Dallo scorso ottobre, infatti, gli orientamenti convergevano sul nome di Carmen Avitabile.