BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 aprile 2018

SIRIGNANO. Il calvario è finito: blucerchiati matematicamente retrocessi in Seconda Categoria

La nuova odissea è terminata. Come dodici mesi fa il Sirignano retrocede. Peggio dell’anno scorso. Se nel 2016 – 2017 a decretare la retrocessione dei blucerchiati in Seconda Categoria furono i play out, dopo il ripescaggio dell’estate scorsa la formazione sirignanese viene sentenziata dalla classifica per aver conquistato l’ultimo posto. A tre giornate dalla fine non ci sono più speranze di poter agguantare nemmeno i play out: la squadra del presidente Andrea Colucci è fuori dai giochi.

Ventiquattro mesi di risultati sportivi fallimentari, ben al di sotto delle attese, fanno piombare in un vicolo cieco il movimento calcistico sirignanese. Storia, sacrifici ed impegno costante ancora una volta non sono bastati. Il Sirignano paga dazio rispetto all’evoluzione del contesto calcistico in generale, si lascia cogliere impreparato e alla fine il rettangolo di gioco, giudice supremo, non lascia scampo.

In questa stagione i blucerchiati non sono mai stati in grado di poter dire la loro. Sempre in affanno, e mai all’altezza di giocarsela alla pari con le dirette concorrenti, unitamente ad una dose di sfortuna che ha tolto qualche punto in classifica (ma che forse non ne avrebbe mutato l’esito), i bluerchiati ancora una volta fanno parlare di loro in negativo. Solo otto punti all’attivo a tre giornate dalla fine del torneo, e con due sole vittorie in cassaforte. La vittoria in casa del Rizla Serino spegne le luci su una stagione da dimenticare.

Per il secondo anno consecutivo non c’è storia da aggiornare, ma solo fogli da strappare in fretta sperando in un immediato rilancio ammesso che creino i presupposti per una rinascita concreta.