BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 9 agosto 2018

SIRIGNANO. Stop ai rilievi del Ministero al comune: dopo l’estate la “sentenza”

 

Anche il Ministero dell’Economia e delle Finanze va in ferie. Dopo circa tre mesi di controlli quotidiani gli ispettori del Ministero si congedano, temporaneamente, dal comune di Sirignano. Per loro, alla luce dei meticolosi controlli attuati in questo periodo, si prospetta un periodo di meritate vacanze.

L’arrivo dei funzionari del ministero in questione fu decretato in seguito ad una serie di rilievi della Corte dei Conti e ai congiunti esposti avanzati dalle forze politiche alternative all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Raffaele Colucci. Una questione, quella contabile sirignanese, oggetto di numerose attenzioni da diversi anni a questa parte visto il profondo rosso che fanno segnare i conti comunali (oltre tre milioni di euro). Per questo motivo i tecnici giunti a piazza Aniello Caruso hanno analizzato attentamente tutte le entrate e le uscite (con annessi documenti) dell’ente nell’ultimo decennio (e non solo). Controlli dettagliati che dovrebbero permettere di fare definitivamente chiarezza sullo stato dell’ente. Una task force, quella messa in campo, destinata a non tralasciare alcun aspetto della vita amministrativa sirignanese sotto la guida del sindaco Raffaele Colucci.

Dopo la pausa estiva il team del Ministero dell’Economia e delle Finanze tornerà in paese per concludere il suo lavoro di monitoraggio ed emettere, successivamente, le sue osservazioni finali. Il comune sirignanese potrebbe essere destinatario di una serie di rilievi o prescrizioni da scontare nel corso dei successivi mesi. Non si esclude nemmeno che possa essere dichiarato lo stato del dissesto finanziario.