BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 25 Ottobre 2020

Alaia: “Impegno e senso di responsabilità”: lunedì inizia il nuovo mandato in Regione

Onorevole Alaia, domani si insedia ufficialmente il Consiglio Regionale: quali, le sue emozioni?

“È stata una campagna elettorale intensa, anche se atipica, a causa del Covid. Ma, proprio per questo, ancora più carica di tensione emotiva e di responsabilità. Viviamo, purtroppo, il dramma di un momento storico, che ci pone di fronte all’ineffabile. Di fronte all’ ineluttabilità degli eventi. Affrontiamo, disarmati, la virulenza di un nemico che sfugge al nostro controllo. Eppure, il Covid, cammina con noi, si sposta, viaggia nell”invisibilità! Si annida, ovunque ci sia uno scambio sociale. Una stretta di mano. Un abbraccio. Ora, dobbiamo capire che bisogna alienare parte delle nostre libertà individuali, per custodire la nostra Salute, le nostre Vite. Una sorta di autotutela. Necessaria”.

Quali i progetti, i proponimenti, le idee, le prime azioni del suo secondo mandato?

“Senza dubbio, azioni rivolte alla prevenzione e alla Cura del Covid. Dobbiamo potenziare tutte le strutture a nostra disposizione, per fornire un’assistenza medico-sanitaria adeguata. E, soprattutto, prevenire ogni forma di contagio, per evitare, come sottolinea il Governatore De Luca, di vedere sfilare bare. Rendiamoci conto che la potenzialità del Covid è immensa, perché non abbiamo un vaccino. Dunque i veicoli di trasmissione, siamo noi stessi, purtroppo! Se non riusciremo a comprendere che, per convivere in sicurezza con un virus di questa portata, dovremo, necessariamente, abituarci a cambiare le nostre abitudini sociali, diventerà sempre più difficile arginare il contagio”.  

Si sta discutendo molto sulla mancata capacità di posti letto in terapia intensiva, di personale medico/ sanitario insufficiente. Come affronterete questa nuova ondata del virus?

“Credo sia nostro dovere, prendersi la responsabilità di scegliere e seguire una linea di assoluto rigore, per evitare di correre altri rischi. Il Governo, ora, deve garantire, parimenti, l’osservanza delle restrizioni, e, lo stanziamento di aiuti sostanziali alle famiglie, alle imprese, e a chi non può condurre attività lavorative. Noi, in Regione Campania, abbiamo già fatto la nostra parte, adottando un piano economico sociale di grande portata. Ora, bisogna intervenire sulla Sanità, dando risposte alle nostre richieste di personale medico-infermieristico. Voglio precisare che ora, il problema reale non è quello dei posti letto. I Covid Center sono attivati in base alle esigenze, che si presentano di volta in volta. Il problema vero, è, io credo, la mancanza di personale. A causa di ciò, purtroppo, per assicurare la turnazione nei posti Covid, abbiamo come unica soluzione l’eliminazione delle prestazioni non essenziali. La Campania ha attivato 1.500 posti letto Covid, di cui circa 1.120 sono occupati; 227 posti letto di terapia intensiva Covid, di cui, 105 circa occupati. Il problema, ripeto, è la mancanza di personale. E, purtroppo, il crescere a dismisura del contagio rende necessarie le restrizioni se vogliamo salvaguardare le nostre vite”.

Italia Viva, grazie al suo straordinario successo elettorale, ha sorpreso tutti alle urne: il partito quale ruolo si appresta a ricoprire nella nuova geografia politica provinciale e regionale?

“Abbiamo conseguito un risultato che è andato oltre le più rosee previsioni. Non è stato facile. Anni di impegno continuo, sul territorio, fatti di passione, sudore e sacrificio sono stati riconosciuti. Da Avella, da dove ho cominciato, ho costruito un legame con l’Irpinia intera. Ovunque, in ogni Comune, mi hanno votato. Costruiremo salde radici al nostro partito, Italia Viva, che si innerveranno, grazie alla rete di amministratori, amici, sostenitori coordinatori, già attivissimi in campo provinciale e regionale. Avevo detto, in campagna elettorale, che saremmo stati il secondo partito. E, così è stato. Ora, ci apprestiamo a raggiungere traguardi molto più ambiti!”.