BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 7 Novembre 2019

Alaia: “Le voci su Biancardi? Anch’io ho vissuto la stessa situazione…”

Regionali ed eventuali posizioni partitiche del presidente della Provincia Domenico Biancardi: Enzo Alaia a tutto campo in un’intervista rilasciata al quotidiano “Il Mattino”.

Il consigliere regionale parte dalla prossima competizione elettorale che lo vedrà concorrere per una riconferma a palazzo Santa Lucia con Italia Viva. “Sono convinto che presenteremo una lista alle prossime elezioni. In caso contrario – afferma l’esponente politico mandamentale – opteremo per una lista civica. Sia chiaro: non mi sono legato a questo partito solo per concorrere alle prossime elezioni regionali, ma ho deciso di aderirvi perché è un’area vicina alla mia storia e alla mia tradizione politica”. Rispetto ad eventuali altre adesioni ad Italia Viva di esponenti politici irpini, Alaia non ha problemi: “Come ho trovato io le porte aperte in Italia Viva non ritengo giusto che le trovino chiuse gli altri”. Altro tema toccato da Alaia quello della ricandidatura del governatore uscente De Luca. Il consigliere regionale non ha dubbi: “Non riesco a comprendere come si possa mettere in discussione un presidente che ha lavorato molto bene. Il punto fermo di ogni ragionamento è lui”.

Enzo Alaia nel corso dell’intervista si è anche soffermato sulle voci che vedrebbero il presidente della Provincia Domenico Biancardi in procinto di aderire alla Lega. “Parto dal presupposto che non conosco i motivi della sua partecipazione all’incontro in cui era presente Salvini e di cui tutti ne stanno parlando. Al riguardo posso precisare che Biancardi, e prima ancora i suoi familiari, tra cui lo zio Domenico, hanno fatto parte della Democrazia Cristiana e appartengono all’area moderata. Biancardi, che tra l’altro non ha parlato di adesione alla Lega, nel caso in cui decidesse di andare veramente con Salvini rinnegherebbe tutto il suo passato”. Alaia, inoltre, chiarisce che anch’egli ha vissuto un periodo in cui ogni giorno rimbalzavano voci rispetto all’adesione ad un partito. “Anche io mi arrabbiavo quando apprendevo dai giornali eventuali adesioni a partiti che non avevano nulla a che fare con la mia storia politica…”. Il rapporto Alaia-Biancardi, indipendentemente dalle scelte politiche, non muterà affatto, specie alla Provincia di Avellino. “L’accordo sancito oltre un anno fa – ricorda Alaia – fu fatto per quella competizione e non è stato mai fatto un discorso riguardante le regionali o altro ancora…Ho pensato, e credo di aver fatto bene, che Biancardi fosse l’uomo giusto per guidare un ente importante come la Provincia di Avellino, e quindi non vedo perché dovrebbe esserci una spaccatura…”.