BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 20 Gennaio 2019

ANAGNI-AVELLINO 1-1. De Vena non basta, i lupi tornano a sette punti dalla vetta

Città di Anagni-Avellino 1-1

CITTA’ DI ANAGNI (4-2-3-1): Stancampiano; Contucci, Pralini, Ancinelli (1′ st Cipriani), Bordi; Colarieti (10′ st D’Orsi), D’Amicis (42′ st Galvanio); Capuano (16′ st Cardinali), Flamini, Pagliarini (10′ st Tataranno); Gragnoli. A disp.: Di Piero, Dolce, Pappalardo, Di Vico. All.: Paris.

AVELLINO (4-3-3): Viscovo; Betti (43′ st Omohonria), Morero, Dionisi, Parisi; Matute, Di Paolantonio (38′ st Mentana), Gerbaudo; Tribuzzi, De Vena (16′ st Sforzini), Da Dalt. A disp.: Lagomarsini, Buono, Rizzo, Falco, Dondoni, Capitanio All.: Bucaro.

ARBITRO: Scarpa di Collegno.

Guardalinee: Songia-Giordano.

MARCATORE: 14′ pt De Vena, 34′ st Cardinali.

NOTE: spettatori 900 circa. Ammoniti: Colarieti, Contucci, Di Paolantonio, Parisi

Al Caslini di Colleferro s’arresta l’operazione “remuntada” dell’Avellino. La Città di Anagni blocca i lupi, in un match terminato uno a uno, nel quale l’Avellino non ha saputo sfruttare le occasioni capitategli. Punteggio beffardo e rammarico fra gli irpini. Per la gara odierna, Bucaro ripropone il canonico 4-3-3. Esordio in biancoverde per Betti. Rilancio di Viscovo tra i pali. Centrocampo over con Matute, Di Paoloantonio e Gerbaudo. E confermato il solito tridente, con De Vena preferito a Sforzini. La prima parte di match è totalmente appannaggio dei biancoverdi, e sorride a quest’ultimi. Gli uomini di Bucaro gestiscono la gara sin dal primo minuto, chiudendo gli avversari nella loro metà campo. Giro palla rapido, possesso e iniziative offensive. Al quarto d’ora, l’Avellino passa in vantaggio. Cross di Da Dalt dalla sinistra per Alessandro De Vena. La punta biancoverde, con un sinistro al volo, da posizione ravvicinata, batte Stancampiano. Nonostante il vantaggio, i lupi continuano ad attaccare, impensierendo la retroguardia avversaria. Cinque minuti più tardi, De Vena ha l’occasione di raddoppiare, ma non capitalizza. I padroni di casa non riescono a trovare la reazione, e Viscovo non viene mai chiamato in causa. Il primo tempo termina sul medesimo punteggio. La seconda frazione prosegue sulla falsa riga dei primi quarantacinque minuti. Gli irpini continuano ad avere il pallino del gioco. Al settimo minuto Da Dalt in tuffo, di testa, sfiora il palo. Poco dopo, De Vena non sfrutta la ghiotta occasione servita da Parisi. Il suo tiro in area di rigore si stampa sulla traversa. Le occasioni fallite dai lupi costano il pareggio dell’Anagni. Incredibilmente, alla prima vera conclusione in porta, i padroni di casa trovano il pareggio. A dieci minuti dalla fine, il neo-entrato Cardinali sfrutta la complicità di Morero e Viscovo, che si fa infilare dall’attaccante romano. Anagni uno, Avellino uno. Gli uomini di Bucaro accusano il colpo. Mentana, a pochi minuti dalla fine, ha l’incredibile occasione di portare in vantaggio i lupi. Servito dalla sponda di Sforzini, da solo, opta per un pallonetto che finisce di molto alto. Ancora Mentana, nel recupero, con una conclusione dal limite dell’area di rigore vede opporsi Stancampiano, che salva in calcio d’angolo. Il match muore sul punteggio di uno a uno. L’Avellino spreca l’occasione di proseguire la ricorsa alla capolista Lanusei, oggi vittoriosa, e distante ora sette punti.