BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 5 dicembre 2018

AVELLA. Aggressione in centro, il 35enne ferito sarà ascoltato dai Carabinieri. Due le ipotesi del raid

Regolamento di conti o una punizione per uno sgarro. Sono queste le due piste maggiormente battute dai Carabinieri della Compagnia di Baiano per cercare di far luce sull’aggressione al 35enne di domenica sera ad Avella. A circa tre giorni dall’accaduto, ora dopo ora, va delineandosi sempre più lo scenario di un evento di cronaca che ha rischiato di finire tragicamente. Nel corso di questi giorni i militari dell’Arma guidati sul territorio dal Capitano Gianluca Candura hanno lavorato alacremente, analizzando meticolosamente ogni dettaglio acquisito nella serata di domenica, ed avvalendosi non solo dei fotogrammi prelevati dagli impianti di videosorveglianza dei privati presenti nella zona di via Largo Cattaneo, ma anche delle risposte fornite da persone che sono state sentite presso la caserma di via Lippiello.

Il lavoro dei militari avrebbe permesso anche di identificare una serie di persone, tutte residenti nel Mandamento Baianese, che potrebbero avere avuto un ruolo con quanto accaduto domenica sera. Prima, però, i Carabinieri della Compagnia di Baiano, per chiarire definitivamente il quadro degli indizi a loro disposizione, potrebbero attendere ancora qualche giorno (in attesa che venga sciolta la prognosi del 35enne gravemente ferito) proprio per ascoltare la vittima del pestaggio.