BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 29 Ottobre 2020

AVELLA. Covid-19, in arrivo rinforzi ai Carabinieri per la gestione del territorio

L’esito dello screening è completato. I numeri mettono i brividi. Ad Avella, il già lungo elenco di cittadini positivi continua ad allungarsi. Ai 93 del bilancio con cui si è concluso l’aggiornamento Asl nella serata di martedì 27 ottobre, se ne aggiungono altri 33. La situazione, come nelle previsioni, continua a peggiorare. Ora sono 126 i positivi da agosto ad oggi, ma il dato, ancora una volta, rischia di essere nuovamente temporaneo. Nelle ultime ore il cellulare del sindaco Domenico Biancardi è tornato a squillare: le autorità competenti hanno comunicato nuove positività di cittadini che saranno presto oggetto di comunicazione ufficiale.

Una situazione non facile, dunque. Il temuto screening di domenica ha confermato le pessime previsioni del sindaco: sono 67 i nuovi cittadini contagiati su un campione di 295 residenti esaminati. Una percentuale che sfiora il 25%. A finire sotto la lente d’ingrandimento anche l’età dei contagiati. Circa il 40%, infatti, sono giovani studenti.

I miei timori sono stati confermati – afferma il sindaco Domenico Biancardibene ho fatto, quindi, una settimana fa, ad emettere l’ordinanza restrittiva che in un primo momento sembrava far discutere. Purtroppo i giovani sono stati i principali soggetti infettati da questa seconda ondata di Covid-19. Il focolaio maggiore si è avuto all’interno degli istituti scolastici, è stato portato nelle famiglie, e di qui poi si è verificata una rapida diffusione in paese”.

Il sindaco Biancardi continua a monitorare attentamente la situazione. Nelle prossime ore non sono esclusi provvedimenti. Nella mattinata odierna la fascia tricolore ha inviato una missiva al Governatore della Regione Campania Enzo De Luca.

Biancardi, come lui stesso precisa, non ha chiesto l’istituzione della zona rossa, ma “un aiuto concreto per la gestione del territorio ai fini dell’ottemperanza all’ordinanza in vigore che limita gli spostamenti in paese. Quindi quelle attenzioni che vanno destinate per una zona rossa. Attualmente gli uomini a disposizione del comune, vuoi anche per cause legate alla positività al Covid-19, sono contati. Oltre all’apporto dei Carabinieri della Stazione di Avella serve un maggior numero di personale autorizzato a tenere sotto controllo la situazione”.

Gli effetti dell’ordinanza restrittiva di Biancardi, che scadrà il prossimo due novembre, potrebbero essere previsti di qui a qualche giorno. “Sono molto fiducioso perché fino ad oggi ho riscontrato massima collaborazione da parte della popolazione. Speriamo davvero di poter contenere la diffusione del Covid-19. In questo momento non è assolutamente concesso abbassare la guardia”.