BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 30 Maggio 2021

AVELLA/SPERONE. Terzo mandato, un’estate d’attesa…parlamentare

Terzo mandato, il momento del dentro o fuori si avvicina. Alla finestra i sindaci di Avella e Sperone, Domenico Biancardi e Marco Santo Alaia. Il loro secondo mandato volge al termine, e da Roma non arrivano ancora novità importanti rispetto alla possibilità di una nuova legge che consentirebbe la terza candidatura nei comuni inferiori a 15mila abitanti.

Nelle commissioni parlamentari il discorso è stato più volte affrontato, ma ad oggi il testo non è ancora approdato in aula, e non si intravede, per il momento, una possibile scadenza.

Con le elezioni comunali che sono slittate ad ottobre, i sindaci dei due comuni mandamentali interessati, continuano a sperare nel nuovo testo per potersi ripresentare all’attenzione degli elettori. Se l’indiscrezione del ritorno alle urne per le amministrative venisse confermato per la data dell’11 ottobre, le liste dovrebbero essere presentate ad inizio settembre. In questo caso, si preannuncerebbe un’estate decisamente di fuoco nei due comuni mandamentali, dove tra una trattativa e l’altra, l’attenzione sarebbe puntata, inevitabilmente, anche a Montecitorio, proprio per l’attesa di notizie importanti al riguardo del terzo mandato.

La vicenda interessa anche la Provincia di Avellino. Al momento le autorità governative hanno deciso di posticipare le elezioni per il consiglio a dopo le amministrative autunnali. Nella stessa circostanza potrebbe votarsi anche per l’elezione del nuovo presidente tenuto conto che, in caso di mancato terzo mandato, il presidente in carica Domenico Biancardi dovrà lasciare l’incarico. In caso di terzo mandato, invece, tutto si rimetterebbe in gioco. Con l’eventuale investitura a sindaco di Avella per il quinquennio 2021-2026, Biancardi giungerebbe alla conclusione naturale del suo mandato presidenziale in Provincia (2022), e avrebbe anche la possibilità di ricandidarsi per la medesima carica.

Al momento, però, non vi è nulla di certo. Lo scenario è destinato a delinearsi sul filo di lana di un’estate che si preannuncia molto infuocata.