BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 6 Maggio 2019

AVELLINO-BRINDISI 83-87. Scandone ko e fuori dai play off: che fallimento!

di Francesco Alfonso Barlotti

Avellino-Brindisi, il pass per i play-off passa dall’ultimo impegno casalingo degli irpini in campionato. Per la compagine di Maffezzoli è vietato sbagliare, se si vuol centrare uno degli obiettivi più importanti della stagione. La sconfitta contro Milano di domenica scorsa ha comunque dato segnali positivi per l’head coach Sidigas.

La Stella del Sud, intanto, ha già ipotecato e messo in cassaforte la qualificazione per gli spareggi di campionato.

Quintetto iniziale scelto dalla Sidigas: Sykes,Harper, Young, Silins e Nichols.

PRIMO QUARTO-  Possesso conquistato dalla Sidigas, Young ci prova da sotto canestro. L’ex Banks tenta da fuori area, ma il suo tentativo si blocca sul ferro. Silins sblocca il match. Brown pareggia i conti, ma Nichols non ci sta (4-2). Continua il gioco Harper per Avellino.  Brown nuovamente, poi arriva il solito Sykes, che trova 4 punti consecutivi (10-6). Ancora Brown e Gaffney per l’Happy Casa Brindisi; i pugliesi guadagnano il primo vantaggio del match (10-11). Chappell allunga il vantaggio del Happy Casa con una tripla. Time-out Sidigas. Break di 0-5 per Brindisi a firma dell’ex Cantù e bomba di Gaffney. Avellino non vuole certamente fare solamente l’inseguitrice del match: prima Campogrande, poi due volte Sykes ed infine Young tutti solo si è involato a canestro. Chiusura disastrosa del primo quarto da parte di Brindisi. Fine primo quarto: 17-19.

SECONDO QUARTO- Primi tre punti del match per Moraschini, poi Young ferma un involato Banks a canestro.  L’ex Sidigas fa uno su due dalla lunetta (17-23). Il folletto di Chiacago realizza i due tiri liberi a disposizione, poi reazione dei biancazzurri con Gaffney fuori dall’arco. Ritmi bassi in questi minuti del match, dove la Sidigas davvero fatica a trovare la via del canestro. Va a referto per la prima volta anche Udanoh in dunk, poi ci pensa Silins. Al 17’ ancora Chappell si rende protagonista dall’angolo e altri tre punti messi nel sacco (23-32). Maffezzoli è costretto a richiamare l’attenzione dei suoi con una sospensione. Avellino ritorna dal time-out carica e il centro lettone mette a segno la sua prima tripla del match. Zanelli fa 2/2 dalla lunetta (26-34). Sykes quasi sul suono della sirena dei 24’’ va a canestro, poi Zanelli per i pugliesi. Silins in doppia cifra con la seconda tripla della giornata. Banks chiude i giochi del secondo periodo. Fine secondo periodo: 31-39.

TERZO QUARTO- Primi minuti di gioco della seconda frazione molto intensi e ricchi di emozioni, bombe da un lato ed un altro del campo: prima Silins, poi Banks. Brown allunga il vantaggio di Brindisi. Nichols spreca dalla lunetta e ne manda a realizzazione solamente uno. Scatenato l’ex Banks questa sera, che arriva a 9 punti realizzati (35-48). Quattro punti di Sykes e Young commette fallo su Brown su tentativo di schiacciata. La Scandone sta letteralmente giocando solamente grazie a Sykes: prima tripla e poi, canestro. L’ex talento della Serie A2 turca riduce il gap dalla compagine pugliese e vola a -5 la Sidigas. Ci pensa Young e ancora Silins fuori dalla lunetta. L’Avellino c’è e resuscita, dopo esserci stata ad intermittenza nel corso del match (49-49). Moraschini nuovamente a referto, poi l’ex Harper risponde. Maffezzoli si gioca la carta Campogrande al posto di Filloy.

Nichols da 3, poi tandem Brown-Banks e Gaffney in schiacciata. Time-out Sidigas. Altri tre punti dell’ex Avellino e Harper tiene ancora gli irpini in rincorsa. Fine periodo: 58-65.

ULTIMO QUARTO-  Udanoh ritorna a trovare la strada del canestro. Brindisi scappa sempre di più grazie a Chappell e a Banks. Timida risposta della Scandone con Silins (62-72). Doppia cifra per Harper, che è uno dei migliori in assoluto della Sidigas. Uno dei trascinatori. Chappell al terzo fallo per antisportivo su Harper, la guardia irpina realizza un solo

tiro a disposizione, però si riscatta più tardi. Si sveglia anche Filloy, che si ricorda di essere in partita. A nulla vale lo sforzo di Avellino, Brown da fuori dall’arco. A -2 si riportano i biancoverdi tramite la tripla dall’angolo di Filloy. Parità assoluta in un match indeciso fino all’ultimo. Udanoh raccoglie il rimbalzo di Harper, successivamente il numero 22 biancoverde regala il vantaggio (76-74). Sospensione di Vitucci. Antisportivo ai danni Sykes su azione di Banks, l’ex Varese non spreca la ghiotta occasione. Chappell regala il momentaneo vantaggio. Silins porta sul 78-78, Banks e Moraschini mettono lo sgambetto alla Sidigas Avellino. Harper trova il canestro, poi Moraschini due su due dalla lunetta. Fine partita: 83-87.

La Sidigas Avellino non riesce a tenere testa al Happy Casa Brindisi scatenata, grazie ai suoi migliori pezzi come Banks (23 punti), Brown (17 punti) e Chappel.

La sconfitta dell’Avellino rimediata tra le mura amiche mette in crisi la questione playoff e il possibile piazzamento tra le migliori otto del campionato. Sarebbe un vero e proprio fallimento il mancato centramento degli spareggi per la Scandone nella stagione della transazione sportiva e dei cambi.

La Sidigas scivola per il momento al decimo posto in classifica e per potersi garantire la qualificazione deve vincere contro l’ormai retrocessa Pistoia e contemporaneamente devono perdere Varese e Cantù.