BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 28 Aprile 2020

AVELLINO. D’Agostino: “Non bisogna gettare fango sull’Avellino”

L’Avellino targato Angelo D’Agostino, dopo l’uscita di scena dell’IDC, ha imboccato una nuova era di tranquillità e solidità garantita dal Gruppo dell’imprenditore di Montefalcione. Il “campionato” biancoverde dell’ex deputato è iniziato contro la Ternana al Partenio-Lombardi, prima della sospensione del campionato di Lega Pro per le normative previste del Governo per il contenimento del Covid-19.

Angelo D’Agostino ai microfoni della propria emittente PrimaTivvù ha smentito categoricamente le ultime notizie apparse sull’edizione di ieri de “Il Mattino” edizione di Avellino. Sull’articolo apparso sul quotidiano napoletano si presumeva la possibilità di congelare i pagamenti degli stipendi ai tesserati, dipendenti irpini ed anche di non onorare i pagamenti delle diverse rate alla Sidigas e alla precedente società; sconfessata anche l’ipotesi di un possibile ritorno di Rastelli.

Il presidente del club irpino esordisce sul momento delicato a livello calcistico: “Non è un momento positivo per il calcio, il 7 maggio abbiamo l’assemblea di Lega Pro e quel giorno verrà fuori una decisione. Noi vorremmo continuare a giocare se ci sono le condizioni, iniziare il nostro campionato visto che contro la Ternana abbiamo giocato a porte chiuse. Siamo sul pezzo e ci stiamo preparando affinché le cose possano migliorare e riprendere la stagione.

Prosegue D’Agostino: “C’è una grande confusione su questa proposta del sorteggio per la quarta promozione. A noi farebbe piacere questa ipotesi, anche se le possibilità – legate alla fortuna – di essere promossi in Serie B sono basse. Al primo punto, però, c’è la volontà di molti presidenti di fermare il campionato, soprattutto seguendo il protocollo sanitario della Figc.

Sulle ultime notizie apparse sulle diverse testate giornalistiche online e sull’articolo de “Il Mattino”, D’Agostino critica tali eventi: “Da un po’ di giorni compaiono sulla stampa locale notizie non vere. Ho risposto due giorni fa con diplomazia, ma non è bastato. Oggi è uscito un titolo virgolettato con una dichiarazione che non ho mai fatto, cose infondate, assurde. Noi stiamo mantenendo gli impegni economici presi, anche con la Sidigas. Le testate giornalistiche vengono fuori con annunci fuori luogo. Mi chiedo: dove vogliamo arrivare? Queste cose non fanno bene all’Avellino. Credo che bisogna modificare  i modi di fare, noi siamo persone serie e non abbiamo bisogno di stimoli per fare le cose. Noi puntiamo dritto all’obiettivo. I nomi venuti fuori, poi, sono notizie infondate, persone mai trattate dal sottoscritto. Vogliamo fare calcio e puntiamo tutto sulla struttura societaria, non abbiamo bisogno di pubblicità. Nessuno ci ha obbligato a prendere l’Avellino, figuriamoci se dopo due mesi non pago quello che devo pagare. Gli impegni assunti dal sottoscritto verranno rispettati. “

Il numero uno della formazione irpina lavorerà sempre per il bene del lupo: “Le perdite? Ma quali perdite? Leggendo il giornale sono rimasto sbalordito. E’ mortificante, si deve parlare di calcio non di gossip. Come faccio con le altre aziende, farò lo stesso con l’U.S. Avellino, anzi ancora meglio, perché devo dare atto a migliaia di tifosi. Sono incazzato per questo titolo sul giornale. Tutte le notizie che sono apparse sempre sullo stesso giornale sono infondate e false.

Sui possibili cambiamenti societari e tecnici, smentendo il ritorno dell’ex tecnico della Cremonese: “Se ci dovessero essere cambiamenti, nuovi dirigenti o allenatori, lo comunicheremo sul sito ufficiale. Ennio Pericolo, che è un mio amico, non verrà nominato direttore generale, basto io. Io capisco che bisogna riempire pagine di giornale, ma bisogna farlo scrivendo verità e non buttando fango. Rastelli? Non ho mai avuto nessun tipo di contatto con lui, non lo conosco di persona, mai gli ho parlato. Non dobbiamo per forza decidere domani mattina, stiamo lavorando sulla struttura societaria fin quando non si riprenderà a giocare. Non è una nostra idea cambiare direttore sportivo e allenatore.

Conclude D’Agostino: “Saluto tutti i tifosi, ricordando loro che la nostra proprietà è tutta un’altra cosa. Forza lupi, forza Avellino”.