BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 10 Settembre 2019

AVELLINO. De Cesare non molla, chiede due milioni: sfuma la cessione

Niente da fare. L’Avellino anche questa volta non viene ceduta, o meglio De Cesare non ha ritenuto idonea la proposta di vendita pervenutagli. Il patron della Sidigas per la cessione dell’Avellino Calcio chiede circa due milioni e duecentomila euro circa.

Nel tardo pomeriggio di ieri si era tenuto un incontro tra una cordata di imprenditori e lo stesso De Cesare, tra cui sembrerebbe (condizionale d’obbligo) defilarsi l’ombra di Angelo D’Agostino, l’unico ad uscire allo scoperto a luglio con un’offerta di cinquecentomila euro. L’offerta presentata dalla cordata di imprenditori coordinata da Luigi Izzo era pari ad un milione e duecentomila euro, molto lontano rispetto alla richiesta della controparte.

Alle 17.30 la compagine di Ignoffo ritornerà al Partenio-Lombardi per preparare la trasferta di domenica prossima contro l’imbattuto Picerno, dopo due giorni di riposo concessi successivamente al successo di sabato sera contro il Teramo. Novità in più arriverà sempre in giornata, ossia Gabriel Charpentier. L’attaccante sarà a disposizione del tecnico siciliano e disputerà il primo allenamento con i compagni, dopo essere stato ufficializzato dalla società biancoverde.

L’Avellino avrà anche uno sponsor. Alla fine di agosto/inizio settembre si era registrata l’interesse di una società di Ariano Irpino intenzionata a sponsorizzare il lupo, tentativo poi arenato e non più concretizzatosi. Come riportato dal portale online IrpiniaOggi.it, Uniposte Store Franchising sarà l’azienda che sposerà il progetto dell’Avellino in un momento così delicato. L’azienda si occupa di servizi postali ed ha sede operativa a Roma.

L’accordo per la sponsorizzazione è stato formalizzato dall’intervento di un imprenditore di Avellino, che ha molto a cuore le sorti del club irpino.