BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 3 Ottobre 2019

AVELLINO. Dell’Anno: “Il futuro dell’Avellino cambierà a dicembre”

Dopo l’annullamento dall’accusa di violenza di privata ai danni di alcuni dirigenti del Lanusei durante il match spareggio tra i sardi e l’Avellino, Mario Dell’Anno è pronto a ritornare in “sella” per la causa biancoverde, soprattutto al Partenio, in attesa che nei prossimi giorni venga sciolta o meno la delicata questione in merito al Daspo. Lo storico tifoso dell’Avellino ai microfoni di SportChannel214 ha affermato:“Sono pronto, ma dobbiamo aspettare l’inoltro del reclamo per la mia diffida. Io gli ho solo cantato una canzone, perché loro avevano inveito contro i nostri tifosi dicendo che non vincevamo le partite sul campo. Le accuse erano prive di fondamento”.

Parere di giro sull’Avellino e sul momento difficile dei lupi: “L’Avellino è come il mio daspo, privo di fondamento. Non si vede nulla di buono all’orizzonte. Siamo sfortunati con queste società, non abbiamo assolutamente nulla e stiamo perdendo anche i tifosi. Manca il perno fondamentale, la società, l’unico uomo di calcio è Di Somma, e quando mancano le fondamenta il palazzo cade. Era meglio ripartire da zero, siamo pieni di incertezze e dipende dal responso di un tribunale e di un giudice.”

All’ingegnere De Cesare e sul futuro dei lupi: “A De Cesare non dico nulla, è una delusione totale. Il futuro dell’Avellino cambierà a dicembre con nuovi soggetti che entreranno in società e che non fanno piacere ai tifosi, è una sensazione che ho avuto ad agosto: avremo nuovi dirigenti tra Caserta e Roma”.