BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 24 Febbraio 2019

Avellino-Monterosi 2-1. Remuntada biancoverde, vetta più vicina

Avellino-Monterosi 2-1

AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Dionisi, Dondoni (6′ st Morero), Parisi; Da Dalt (44′ st Ciotola), Di Paolantonio (10′ st Gerbaudo), Matute, Alfageme; De Vena (29′ st Sforzini), Mentana (18′ st Buono). A disp.: Pizzella, Omohonria, Migliaccio, Capitanio. All.: Cinelli (Bucaro squalificato).

MONTEROSI (4-3-1-2): Frasca (44′ pt De Maio); Valentini, Giannetti (16′ st Casimirri), Gasperini, Pellacani (5′ st Rasi); Mastrantonio, Proia (33′ st Falasca), Pisanu; Gabbianelli; Nohman, Gjuci (25′ st Boldrini). A disp.: Matrone, Sabatini, Francescangeli, Messina. All.: Mariotti.

ARBITRO: Delrio di Reggio Emilia.

Guardalinee: Gatti-Galimberti.

MARCATORI: 30′ pt Proia, 43′ pt Mentana, 4′ st Alfageme.

NOTE: spettatori 1000 circa.

Ammonizioni: Mentana, Gasperini, Viscovo.

I lupi tornano a sorridere. Battuto il Monterosi, per due a uno, al “Partenio-Lombardi”. Vittoria pesantissima dei biancoverdi, che piegano una diretta concorrente delle zone alte della classifica. Mister Bucaro, per il match odierno sceglie una formazione a trazione anteriore, proponendo Mentana come partner offensivo di De Vena, con Da Dalt e Alfageme sugli esterni, e Matute con Di Paoloantonio a centrocampo. Recuperato Morero, ma si accomoda in panchina. Retroguardia, dunque, composta da Dondoni e Dionisi con Betti e Parisi sugli esterni. Viscovo, ovviamente, fra i pali. I lupi partono aggressivi. De Vena, dopo tre minuti,servito da Parisi, fa partire un destro telefonato controllato da Frasca. L’Avellino continua a gestire il pallino del gioco, e al 21esimo Di Paoloantonio, concluso un triangolo con De Vena, da fuori area conclude mettendo in difficoltà l’estremo difensore laziale, che mette in calcio d’angolo. Alla mezz’ora, però, arriva la beffa. Punizione dalla trequarti di Gabbianelli, Nohman appoggia per Proia, che con un destro rasoterra gela il Partenio, battendo Viscovo. Monterosi in vantaggio. Avellino costretto ad inseguire. Non si fa attendere però, la reazione degli irpini. La necessità di riaprire il match spinge gli uomini di Bucaro nelle zone di Frasca. E sul finire del primo tempo, arriva il pareggio. Azione rocambolesca nell’area del Monterosi. De Vena vede il suo tiro respinto dal portiere, ma sulla ribattuta si fa trovare pronto Gigi Mentana. L’attaccante classe ’99 è il più lesto di tutti e a porta sguarnita non può sbagliare. Avellino uno, Monterosi uno. Ristabilito il punteggio, si va negli spogliatoi. L’inizio della ripresa sorride ai lupi. Soltanto quattro minuti di gioco, per far esplodere nuovamente il Partenio-Lombardi. Palla catapultata in avanti, intervento di Pisanu che favorisce un campanile, sul quale si fionda Luis Maria Alfageme. L’argentino, a tu per tu con De Maio, esegue un colpo di testa che non lascia scampo al portiere. Si gonfia la rete. I biancoverdi ribaltano il match con una rete pesantissima. Gli uomini di Mariotti provano una timida reazione, non riuscendo a mettere particolarmente in difficoltà i padroni di casa. Entrano Morero, Gerbaudo, Buono e Sforzini. I biancoverdi acquisiscono un assetto maggiormente difensivo e gestiscono il vantaggio, arginando le offensive viterbesi. La gara muore al triplice fischio finale e consegna ai lupi tre punti fondamentali per la corsa proibitiva, e contro il tempo, verso la prima posizione. Nella prossima giornata, Lanusei e Latte Dolce si affronteranno, mentre gli irpini saranno impegnati a Castiadas. Sarà necessario, dunque, non arrestarsi, nonostante la vittoria odierna in extremis del Lanusei, contro il Flaminia.