BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 31 Marzo 2019

Avellino-Ostiamare 1-0. I lupi vincono, ma il Lanusei resta a sette punti

Avellino-Ostiamare 1-0


AVELLINO (4-4-2): Viscovo; Betti, Dionisi, Dondoni, Parisi; Tribuzzi, Di Paolantonio, Matute (22′ st Gerbaudo), Da Dalt (28′ st Ciotola); Sforzini (18′ st Alfageme), De Vena (39′ st Mentana). A disp.: Pizzella, Mithra, Morero, Omohonria, Buono. All.: Cinelli (Bucaro squalificato).
OSTIAMARE (4-4-2): Giannini; Di Iacovo, Pieri, Ferrari (20′ st Sarrocco), Colantoni (33′ st Calveri); Cabella (48′ st Scaccia), D’Astolfo, Bellini (45′ st Lazzeri), Bertoldi; De Iulis, Attili. A disp.: Barrago, Ceccarelli, Lazzeri, Galli, Renzetti, Pedone. All.: Greco.
ARBITRO: Frascaro di Firenze.
Guardalinee: Camoni-Mangoni.
MARCATORE: 34′ pt Sforzini (rig.).


Battuta anche l’Ostiamare. Al Partenio-Lombardi i lupi trionfano per 1 a 0 contro i laziali. Vittoria, però, nuovamente dal sapore agrodolce per gli irpini, complice l’ennesima vittoria del Lanusei, contro l’Aprilia. Contro i biancoviola, Bucaro sceglie il solito 4-4-2, con una sola modifica rispetto all’ultima gara contro l’Aprilia: Dondoni per Morero. Dunque Viscovo fra i pali, difesa con Betti e Parisi sugli esterni, Dionisi e Dondoni al centro. Confermati i quattro di centrocampo, con Matute e Gerbaudo nella zona nevralgica del campo, mentre Da Dalt e Tribuzzi sulle fasce ricevono licenza di offendere. Nuovamente De Vena e Sforzini in attacco. La gara risulta nel complesso equilibrata. L’Avellino cerca di condurre la partita, ma gli ospiti risultano tutt’altro che abbordabili. De Iulis ha un paio di occasioni, non capitalizzate, che mettono in difficoltà la retroguardia biancoverde. I lupi rispondono affacciandosi nelle zone di Giannini. Al 22esimo Da Dalt, al termine di un’azione personale, fa partire un sinistro che si stampa sul palo. Brivido per l’Ostiamare. Dieci minuti più tardi, si sblocca il match. Cavalcata di Tribuzzi, che entra in area di rigore e viene falciato da Di Iacovo. L’arbitro non ha dubbi: è penalty. Dagli undici metri ci va Nando Sforzini, che non sbaglia. Giannini intuisce, ma non può evitare il gol. Si gonfia la rete, Avellino in vantaggio. Esplode il Partenio-Lombardi, caratterizzato oggi da un’ottima cornice di pubblico. Si va negli spogliatoi sul punteggio di uno a zero in favore dei padroni di casa. Nella ripresa, gli ospiti provano una timida reazione, ma faticano a trovare spazi. All’ottavo, Di Paoloantonio, lanciato in contropiede, a tu per tu con l’estremo difensore, sfiora il palo. Ghiotta occasione non capitalizzata dal centrocampista. Poco dopo, Alfageme, entrato al posto di Sforzini, viene servito da De Vena e da posizione defilata colpisce il palo. Ancora raddoppio sfiorato per i biancoverdi. Entra poi anche Gerbaudo per Matute. Gli uomini di Bucaro gestiscono il vantaggio, fallendo occasioni a iosa. De Vena, su tutte, servito da Alfageme, a porta totalmente sguarnita, fallisce incredibilmente calciando fuori dai pali. La gara termina con il medesimo punteggio. Altri tre punti per i lupi, che continuano la rincorsa proibitiva al primo posto, sempre appannaggio del Lanusei, anche oggi vittorioso. Sarà una sfida contro il tempo, contro ogni pronostico, fino alla fine, ma sarà importante crederci e non smettere di tentare.