BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 17 Marzo 2019

AVELLINO-REGGIO EMILIA 91-59. Secondo successo di fila per la Scandone

di Francesco Alfonso Barlotti


Scandone-Reggio Emilia è il match di Golia contro Davide. La formazione irpina, proveniente dal difficile successo casalingo contro Varese, vuole continuare a sfruttare il fattore PalaDelMauro (la Sidigas giocherà le prossime due partite in trasferta) e convalidare il biglietto per i play-off. Reggio Emilia, invece, è vittima di un grande periodo di negatività, 7 sconfitte consecutive; l’ultima proprio contro Milano, che era riuscita a mettere in estrema difficoltà e inducendo l’Olimpia alla vittoria in extremis. Gli emiliani sono alla ricerca estrema e disperata dei 2 punti per abbandonare l’ultimo posto della classifica ed evitare così la sconfitta.
Vucinic, come sempre, in estrema difficoltà per gli infortuni: Ariel Filloy non sarà del match, già come domenica scorsa, per fastidi alla schiena. Stringeranno i denti, invece, D’Ercole (assente dal match contro Brindisi alle Final Eight di Firenze). Assente per la Grissin Bon Augilar e partiranno dalla panchina Richard e De Vico.
Starting five di Vucinic: Green, Ndiaye, Campogrande, Sykes, Harper.
PRIMO QUARTO: possesso subito targato Scandone, Ndiaye guadagna i primi suoi due punti. Gli irpini guadagnano 6 punti, grazie alle triple di Green e Harper (8-2). Gaspardo subisce fallo da Campogrande, l’ex Pistoia non sbaglia dalla lunetta. Prima stoppata della giornata di Ndiaye su tentativo di Cervi, poi il contropiede a firma biancoverde Harper-Green. Il 6 biancoverde sgancia la sua seconda tripla della giornata dall’angolo (14-8). Prima il recupero e poi il sorpasso di Reggio Emilia, prima la bomba di Mussini e successivamente Ortner. Vucinic al primo time-out. Harper trova cinque punti consecutivi: tripla e tiro dall’area. Udanoh a referto, in seguito la bomba di Sykes. Fine primo quarto: 24-17.
SECONDO QUARTO: la Grissin Bon accorcia le distanze e si fa sotto con Allen e l’ex di turno Cervi. Primi 3 punti anche per Silins. Sidigas macina altri 4 punti, grazie al centro lettone e a Udanoh (31-23). Candi in dunk per i biancorossi. Time-out Grissin Bon. Sykes e Dixon a referto, poi fallo su Candi e Mussini fa 2/2. Sykes mostruoso: si guadagna canestro valido e tiro libero, che non spreca (39-31). Ispirato questa sera l’ex guardia Brindisi, che va in doppia cifra. Fallo subito da Sykes, il folletto di Chicago mette a segno i due tiri liberi. Sospensione richiesta dalla Grissin Bon. Fine periodo: 43-31.
TERZO QUARTO: seconda frazione iniziata subito con il botto per la Scandone: appoggio di Ndiaye e contropiede fulminante di Sykes. Replica dei biancorossi con Dixon, che sigla quattro punti consecutivi (51-35). Vola la Sidigas con le tre bombe consecutive del folletto, che vola a quota 19 punti. Sensazionale. Il neo-tecnico Pillastrini corre ai ripari con time-out. Green subisce fallo e non spreca dalla lunetta. L’ex capitano di Cantù in due tempi: canestro e tiro libero. Harper prima di lasciare il campo per D’Ercole, timbra nuovamente il cartellino. Llompart a referto per Reggio Emilia. Bombe da un lato e da un altro: Green per la Sidigas, poi Gaspardo. Silins a canestro. Gaspardo per Allen sottocanestro. Silins in doppia cifra anche lui con una tripla (70-46). Termine periodo: 72-46.
ULTIMO QUARTO: dopo due minuti di totale assenza di canestri, a sbloccare la situazione è Stefano Spizzichini poi, Mussini. Asse Udanoh-Silins, l’ex Trieste insacca a botta sicura. Viaggia in un dominio assoluto la Sidigas Avellino, dove Reggio Emilia poche volte riesce a vedersi. Insomma, tutto facile per gli irpini padroni di questa importantissima vittoria. Nuovamente Udanoh a referto (78-50). Cervi 1/2 dalla lunetta, Dixon in aggiunta per Reggio Emilia. Allen non sbaglia dalla lunetta i due tiri liberi a favore. Sykes ancora da tre, poi anche la prima bomba dall’angolo di Antonio Sabatino (86-57). L’ex Ankara non si ferma più ed altre due triple. 29 punti per il playmaker statunitense. Fine partita: 91-59.
Avellino vince in disinvoltura e senza troppe difficoltà contro Reggio Emilia, destinata alla sua ottava sconfitta in campionato. L’Avellino doveva vincere e l’ha fatto per la marcia play-off, dopo il ko di Milano contro Venezia e la battuta d’arresto di Cremona la sfida per il secondo posto diventa ancora più divertente. Protagonista assoluto del match è stato Sykes con ben 29 punti registrati, una delle migliori prestazioni di questa stagione.