BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 20 Aprile 2019

AVELLINO-TORINO 109-82.La Scandone risorge e rivede i play off

di Francesco Alfonso Barlotti

Avellino c’è e rinasce. Dopo il duro ko in Sardegna contro Sassari, la vittoria contro Torino rimette il sorriso in casa Sidigas, soprattutto a coach Maffezzoli alla prima apparizione in casa. Doppio volto per gli irpini, dopo le quattro brutte prestazioni offerte in campionato. Il successo di oggi permette di consolidare la settima posizione in classifica e di assicurarsi un posto per i playoff. Torino è stato un avversario troppo gestibile e schiacciato dagli irpini, una settimana agitata in casa Auxilium per il mancato pagamento degli stipendi da febbraio.

Starting five scelto da Maffezzoli: Udanoh, Young, Harper, Sykes e Nichols.

PRIMO QUARTO. Possesso Scandone, la Sidigas Avellino parte con il piede sull’acceleratore: 6-0 a cura di Sykes, Young e nuovamente il play statunitense.  Torino timidamente reagisce, dopo aver litigato parecchio con il ferro: Cotton trova 5 punti tra schiacciata e tripla. Risposta di Udanoh fuori dall’arco, poi di Harper (11-7). Silins firma la sua prima tripla della partita, poi toglie la palla dal ferro su tentativo di Cotton. Fallo del centro lettone su Wilson, l’ex Bologna fa 2/2 dalla lunetta (16-9). Tanta Sidigas in questo momento, che vola sul +9 grazie ai Sykes. Bomba di Silins, poi risposta di Jaithen per Torino. L’ex guardia di Brindisi mette a segno i suoi primi punti da 3, mentre il neo-entrato Filloy sbaglia il suo primo tentativo da fuori l’arco. Fine periodo: 28-17.

SECONDO QUARTO. Fallo su Young di Portannese, Young fa 1/2 dalla lunetta. Arrembaggio targato Sidigas merito ai punti di Udanoh e alla tripla di Filloy.  Replica di Moore e nuovamente a referto l’ex capitano di Cantù (36-25).Primi due punti per l’ex di turno Marco Cusin. Sykes e tripla di Nichols mandano in difficoltà Torino (41-27). Time-out richiesto dall’Auxilium. Moore da 3, ci prova Harper. Udanoh e Sykes a canestro. Scossa di Torino con Wilson, poi il folletto americano dalla lunetta. Tripla di Campogrande (52-34). Altro time-out per la Fiat, la quale è sotto il rullo compressore di Sykes e Co.         Al 18’ Scandone allunga il vantaggio con la bomba di Nichols e l’ex Ankara (già a quota 14 punti). Asse Udanoh-Campogrande: grande intesa tra i due e l’ex Bologna deve appoggiarla solamente a canestro. Jaiteh spreca dalla lunetta: uno su due. Udanoh chiude il primo tempo. Fine quarto: 61-38.

TERZO QUARTO. Torino rientra dall’intervallo più dura e tenace, Cotton a segno dall’angolo. Avellino reagisce con il canestro di Nichols. Ancora Cotton per i piemontesi (63-45). E’ ritornato il vero Filloy che tutti conosciamo, dopo il lungo periodo negativo. Due triple consecutive messe a segno dall’ex Venezia. L’italo-argentino ha una percentuale di realizzazione di circa il 75%, 3 tentativi su 4 sono andati a segno. In grande spolvero anche Silins, che trova la quarta bomba della giornata. Sykes in lay-up (77-47). Silins porta Avellino sul +33 con un grande tripla. L’ex Alma Trieste è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un colpo ricevuto al polso sinistro. Al suo posto Campogrande. L’ex Montegranaro va in doppia cifra, dopo il canestro da 3.  Break 6-0 di Torino a firma di Moore (85-56). Sospensione di Maffezzoli. Torino ancora in vita con Moore. L’Auxilium Torino è ormai al limite; un pugile che attende di gettare ormai la spugna. Fine periodo: 87-58.

ULTIMO PERIDO. Campogrande da 3, risposta di Wilson per i gialloblu. Harper e un’altra volta Campogrande con una tripla. Ispirato moltissimo l’ex Brindisi: bomba per lui e 14 punti nel sacco. Moore a referto, spreca Young due tiri liberi a disposizione. Mostruoso il numero 4 irpino, che ruba palla a Cusin e si invola a canestro, ma il suo tentativo si infrange sul ferro. Jaiteh non sbaglia dalla lunetta, poi D’Ercole regala quota 101. Una partita letteralmente gestita da Avellino sin dal primo minuto fino ad aver un parziale di vantaggio di ben 33 punti, sapendolo conservare e non buttarlo a vento come nelle precedenti prestazioni. Spizzichini macina i primi suoi due punti del match. Jaiteh non sbaglia dalla lunetta. Altra schiacciata del centro romano per i biancoverdi (105-74). Si invola ancora in schiacciata l’ex Scafati, strepitoso. Ben 8 punti messi a segno in soli pochi minuti. Fine partita 109-82.