BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 12 Gennaio 2019

AVELLINO. U.S., continua l’indagine della Guardia di Finanza

di Francesco Alfonso Barlotti

Piove sul bagnato in casa U.S. Avellino. Dopo lunga e travagliata estate del 2018, dove ha visto l’esclusione della squadra di Walter Taccone dal campionato di Serie B, ci sono altri problemi per la società dell’ex patron biancoverde. A giugno dello scorso anno ci fu un’indagine della Guardia di Finanza di Avellino relativa ai conti, fatture emesse e la loro regolarità. Come riferisce l’edizione cartacea de “Il Mattino” di ieri (oggi per chi legge, ndr), la Procura di Avellino avrebbe chiesto altri sei mesi di proroga per indagare sull’emissioni di bonifici e documenti, che risulterebbero essere stati strappati.

Gli investigatori avrebbero chiesto altri sei mesi di proroga, affinché vengano ricontrollati i movimenti bancari, definiti irregolari e i bilanci dell’ex sodalizio di Piazza Libertà, facendo un approfondimento sugli sviluppi emersi dagli ultimi documenti bancari.

Walter Taccone è finito nel registro degli indagati, poiché impugnate l’emissione di alcune fatture ritenute “false” e non corrispondenti ad operazioni commerciali mai avvenute ed effettuate per favorire, si legge, l’evasione fiscale dei soggetti commerciali coinvolti.

 I legali, che difendono Taccone, ritengono che le operazioni commerciali siano avvenute regolarmente e che quindi la loro emissione valida.