BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 9 Luglio 2019

BAIANESE. Carburanti a basso prezzo, distributore nel mirino della Gdf

Carburanti a basso prezzo, ma con uno stratagemma. La Guardia di Finanza di Napoli con l’operazione “Easy Full”, coordinata dal I Gruppo Napoli e diretto dal colonello Salvatore Salvo, ha scoperto lo stratagemma utilizzato da cinque distributori della Provincia di Avellino, di cui uno ubicato nella zona mandamentale.




Le fiamme gialle hanno permesso di scovare il “metodo” fraudolento della vendita e della dei prodotti petroliferi a discapito di una nota multinazionale, operante nel capoluogo campano.

Le indagini preliminari concluse dalla Guardia di Finanza hanno consentito di notificare quarantanove anni avvisi di garanzia e tutti accusati di associazione a delinquere, furto con destrezza, ricettazione e sottrazione di pagamento dell’accisa sui prodotti energetici questi sono i reati.

A finire nel mirino delle fiamme gialle, oltre la zona mandamentale, sono stati anche i distributori dislocati in Alta Irpinia, Valle del Calore, Grottaminarda e Montoro.

Le indagini, partite nel 2016 dalla Procura di Napoli e gli ulteriori approfondimenti investigativi della Guardia di Finanza partenopea, hanno individuato il sistema alternativo rispetto a quello legale della vendita di carburanti. Il carburante veniva inizialmente acquisito dai circuiti ufficiali durante l’approvvigionamento nelle fasi di carico all’interno delle autocisterne, poi, successivamente veniva rivenduto ai gestori dei distributori ad un costo minoritario rispetto a quello ufficiale; tutta questa procedura arrecava inevitabilmente un’elevata competizione tra i titolari dei diversi gestori dei distributori.

Le fiamme gialle, inoltre, hanno rinvenuto una vera e propria alterazione dei mezzi di trasporto e un utilizzo di erogatori “starati”, cioè distribuivano carburante maggiore rispetto a quello segnalato.

Sempre le intercettazioni telefoniche della Guardia di Finanza hanno permesso di scoprire il contrabbando illegale del carburante e la compiacenza dei distributori dislocati lungo il territorio irpino.