BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 18 settembre 2018

BAIANESE. C’è la sfida Avellino-Nola: gli Agenti della Polizia Locale di Sirignano…si dividono

Avellino – Nola sarà una sfida sentita anche nel Mandamento Baianese. Del resto non potrebbe essere altrimenti vista la contiguità di quest’ultima fetta del territorio irpino con quello dell’hinterland nolano. Una sfida che riporterà la mente indietro nel tempo ed in particolar modo agli inizi degli anni ’90 quando le due formazioni si davano battaglia nei campi di serie C.

Ma anche a Sirignano, ed in special modo nel corpo di Polizia Locale, l’attesa per questa sfida è spasmodica.  I due agenti, Antonio Rega e Sebastiano Auriemma, unitissimi nel lavoro ed inseparabili amici, mercoledì sera vivranno l’adrenalina dell’essere l’uno avversario dell’altro. Lo “scherzo” del sorteggio della Coppa Italia del campionato di serie D “separerà” l’unicità dei due per novanta minuti. Seppur entrambi hanno annunciato la presenza l’uno accanto all’altro sugli spalti del “Partenio – Lombardi”, in pieno stile fair play, dal fischio d’inizio per novanta minuti il sostegno dei due, irpini doc, sarà opposto.

Antonio Rega “resterà” come sempre fedele ai colori biancoverdi. Onnipresente accanto ai lupi, tanto da non perdersi nemmeno una sfida interna (e quando può, lavoro permettendo, anche lontano dall’Irpinia), nonché immancabile voce nelle opinioni dei tifosi del “Pomeriggio da Supereroi” di Radio Punto Nuovo (tanto da diventare un appuntamento fisso per tutti quelli del Mandamento Baianese), contro la formazione bianconera non farà mancare l’incitamento ai ragazzi di mister Graziani.

Discorso diverso per Sebastiano Auriemma. Il “cuore”, infatti, porterà il secondo agente della polizia locale sirignanese a tifare Nola. Sebastiano, infatti, è fidanzato con Rachele Liquidato, la figlia del trainer della formazione del Nola, residente a Baiano. Per Auriemma, insomma, una scelta quanto inevitabile quanto obbligata, dettata (ovviamente) da ragioni di cuore anche se dopo i novanta minuti di gioco la sua fede (calcistica) tornerà a propendere per quella del lupo.

Il caso dell’agente della polizia locale di Sirignano Sebastiano Auriemma non sarà (motivo di conforto per il diretto interessato), l’unico. In tanti, infatti, nel Mandamento Baianese, ed in particolar modo a Baiano, “divideranno” il tifo per novanta minuti proprio grazie alla presenza di Liquidato sulla panchina del Nola.

Proprio per mister Liquidato, dal punto di vista emozionale, potrebbe trattarsi di una gara non come le altre. Nella corso della sua carriera ne ha viste tante; alle sue esperienze aggiungerà quella di essere stato un irpino avversario dell’Avellino allo stadio “Partenio – Lombardi”.

Nella stagione 2010 – 2011, campionato di Seconda Divisione di Lega Pro, il trainer di Baiano guidava il Fondi e nello stadio laziale alla sesta giornata (3 ottobre 2010) ebbe modo già di incrociare i biancoverdi. La sfida terminò uno a uno. Poi alla tredicesima giornata le strade di Liquidato e del Fondi si separarono e per il tecnico di Baiano non ci fu la possibilità di presentarsi da avversario allo stadio “Partenio”. Quella di mercoledì sera sarà un’occasione speciale. Il tecnico proverà a stupire con il suo Nola dopo la roboante vittoria dell’esordio in campionato sul campo del Francavilla in Sinni: “Proveremo ad essere ancora incoscienti…”, aveva affermato rispetto alla gara in Irpinia due giorni fa. Staremo a vedere…

Il dato positivo e che lascia il sorriso stampato sulla faccia degli sportivi ed appassionati, è che si tratta solamente di una gara di Coppa Italia. La gara durerà novanta minuti e dopo il triplice fischio finale una continuerà il percorso, l’altra resterà concentrata solo sul campionato. Proprio qui dove le attenzioni di Avellino e Nola (impegnate rispettivamente nel girone laziale e pugliese-lucano) sono concentrate per conquistare gli obiettivi stagionali e che grazie al sorteggio dei gironi e dei calendari non è stata riservata alcuna sfida maggiormente sentita (con tutto il rispetto per la Coppa Italia) per Liquidato, la sua famiglia, il Mandamento Baianese…e per gli agenti della polizia municipale sirignanese.