BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 2 Gennaio 2018

BAIANESE. Il 2018 della Proteatro comincia con la presentazione de “Il Segreto di Chopin” di Varnadi Cerciello

La Società Cooperativa PROTEATRO inizia le attività del 2018 con la presentazione del libro di Luciano Varnadi Ceriello Il segreto di Chopin.

La presentazione si terrà, in presenza dell’Autore e del suo Editor, il 4 gennaio alle ore 19.30 nella sede della Cooperativa in via Roma, 96- Baiano (Av).

Interverrà, con interventi musicali sul tema del libro, il Pianista M°  Giuseppe Giulio Di Lorenzo

In contemporanea alla presentazione del libro sarà allestita una mostra dell’artista Amelia Musella.

PROTEATRO dà così il via ad un anno che la vedrà impegnata a diventare un centro culturale, propulsore di idee artistiche e punto di riferimento per tutti coloro che amano produrre e vivere di cultura.  Nello specifico realizzeremo: spettacoli dal vivo, corsi teatrali per bambini, ragazzi e adulti; corsi di scrittura narrativa, teatrale e cinematografica; cortometraggi ed eventi.

Sinossi: «Durante la Seconda guerra Mondiale ad un ufficiale nazista, Reinhard Friedmann, di stanza in Polonia, viene affidato l’incarico di distruggere la memoria storica del popolo polacco. Nello svolgere il compito affidatogli, l’ufficiale s’imbatte in un diario epistolare rimasto fino ad allora segreto. Il diario contiene le lettere che Apollonia Dabrowska, donna amata in segreto da Chopin, scrisse ma non inviò mai all’amato.  Queste lettere, che seguono di pari passo i 21 notturni di Chopin, hanno sull’ufficiale una funzione catartica e lo porteranno a scoprire la propria vera identità, il proprio lato umano.»

Il Libro edito nel 2017 ha già ricevuto molteplici riconoscimenti:

  • 1° Classificato nella sezione EDITI al Premio La città di Murex – tra le pareti della scrittura (Firenze)

Motivazione: L’opera si distingue per la peculiare originalità. Si evince la scrupolosa e profonda ricerca effettuata dall’autore sulla vita, i luoghi e le opere del grande compositore polacco. Risulta particolarmente efficace la costruzione della trama mediante l’alternarsi delle lettere e dei testi lirici che corrispondono ai Notturni. In tale contesto non può essere dimenticato il fatto che l’opera letteraria si affianca alla ricerca musicologica, alle arti visive e alla trasposizione teatrale in un contesto multimediale e multidisciplinare di sicuro effetto. Si apprezza, infine, l’approfondimento psicologico dei personaggi sia maschili che femminili.

 

  • Premio Nazionale di Arti Letterarie Metropoli di Torino (Torino)

Motivazione: Un libro che si presta a molteplici chiavi di lettura. Appassionerà di certo l’esperto di musica, ma anche il cultore delle biografie celebri e lo storico che ritiene indispensabile, anche in una biografia cosiddetta romanzata, la presenza di documenti inconfutabili sui quali basarsi. Questi elementi sono tutti presenti nel bel volume scritto da Luciano Varnadi Ceriello, grande esperto di musica. Un libro che porta in scena le drammatiche e commoventi lettere segrete di Apollonia Dabrowska, la donna amata in segreto da Chopin, ispiratrice di alcune tra le più celebri opere del musicista. Ma si ripercorre anche il periodo dell’amore con la scrittrice francese Jeorge Sand, compagna per molti anni. Fantasia e realtà in un intreccio che colpisce il lettore e che certamente contribuisce a creare curiosità per le vicende raccontate, a volte capaci davvero di stupire. Un apparato documentale ed iconografico notevole, frutto di ricerche compiute dall’autore grazie ad una serie di eccellenti collaborazioni, arricchisce il volume, soprattutto per chi vuole trovare, anche in un romanzo, i riferimenti precisi ai documenti d’archivio e, perché no, qualche volta ampliare le ricerche.

 

  • Premio speciale “All’originalità” al Rive Gauche Festival (Firenze).

Motivazione: “È qui il “Notturno” più famoso a ispirare parole capaci di unirsi e farsi storia, narrata dall’autore con melodica originalità”.

  • 1° classificato nel concorso “Va in scena lo scrittore”, organizzato dalla FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) con l’ Opera teatrale Ho sognato Chopin

Motivazione: L’autore aggiunge originalità su originalità, confezionando un’opera di livello eccezionale sotto ogni profilo!

  • 1° classificato, con il titolo Monologo di Chopin, al Premio internazionale Voci di Abano Terme (Padova).

Motivazione: Prendere pagine di sublime poesia come tre notturni di Chopin e costruirvi un monologo teatrale per illustrare la vita, è un’idea geniale ma rischiosa. L’autore ha saputo superare questa difficoltà con la semplicità della parola e la liricità di un’armoniosa espressione poetica. I personaggi rappresentati sono costellati di metafore suggestive, che non sono mai strumentalizzate per colpire il lettore, ma risultano brillare di spiritualità autonoma.

  • Segnalazione di merito, per l’Opera teatrale Ho sognato Chopin, da parte della giuria del 58° Premio nazionale Vallecorsi (Pistoia),

Motivazione: “Menzione speciale per l’interesse delle tematiche e la qualità della scrittura drammaturgica”.

  • Menzione speciale con medaglia del Presidente, per l’Opera Teatrale Ho sognato Chopin, al Festival internazionale teatrale per autori, registi e attori Teatrando (Roma).

  • Segnalazione di merito, per l’Opera teatrale Ho sognato Chopin al Concorso artistico letterario La Musica è…, istituito dall’Associazione Concertistica Camellia Rubra di Montebelluna (Treviso).

  • Premio speciale della giuria del Concorso letterario nazionale Ave O Vergine Maria al brano Mater Divina, ivi contenuto, Ottaviano (Napoli).

  • 3° classificato con il brano Farinelli, ivi contenuto, al Concorso internazionale di poesia Il valore di un passo, Casale Monferrato (Alessandria).