BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 3 Luglio 2022

BAIANESE. La nuova “via” idrica, Alaia: “I sindaci dimostrino di meritare l’autonomia”

La nuova era per la gestione autonoma delle risorse idriche dei comuni del Mandamento Baianese (Avella, Baiano e Sperone) è già cominciata. Un ruolo cruciale, per giungere al via libera da parte del Comitato Scientifico dell’Ente Idrico Campano, è stato svolto dal consigliere regionale Enzo Alaia. E’ stato lui, ancora una volta, a fare da apripista a Napoli ad un’esigenza territoriale. Al già lungo elenco di risoluzione di criticità o problematica del Mandamento Baianese, Alaia aggiunge un ulteriore risultato. Di grande prestigio, in quanto destinato a dare una maggiore funzionalità futuristiche alla gestione di un servizio fondamentale, come quello idrico, tale da ritenere, vista l’affidabilità delle sorgenti, un’eccellenza territoriale. Quindi, così come nelle precedenti circostanze, l’apporto di Alaia alla causa è stato (ancora) determinante, anche se il diretto interessato, sulla stessa falsa riga delle precedenti occasioni, malgrado i tributi di sindaci e addetti ai lavori che riconoscono pubblicamente il suo impegno, il diretto interessato preferisce non accollarsi alcun merito. “Dopo questo strepitoso risultato ottenuto – afferma Alaia – la palla passa ai comuni che dovranno dimostrare di saper gestire autonomamente le risorse idriche. Quindi – sottolinea il consigliere regionale – attenzione puntata sugli investimenti, al miglioramento della qualità del servizio e a tutti quegli indirizzi che contribuiranno a miglioramento le prestazioni. Inutile nascondere la soddisfazione per questo importantissimo risultato, raggiunto grazie anche all’apporto di tecnici che hanno profuso massimo impegno alla causa nel corso delle settimane. Una documentazione, quella prodotta, ritenuta all’altezza della situazione, e meritevole di essere accettata. Per la popolazione si tratta di un pericolo sventato, considerato che nel corso degli anni tanti gestori avevano cercato di scippare l’acqua ai nostri tre comuni. Alla fine ce l’abbiamo fatta”.

Alaia, infine, confida ancora nella collaborazione tra i comuni. “Senza solidarietà istituzionale non si va lontano. Ora ci sarà la possibilità di proseguire insieme un cammino che potrà riservare davvero tante soddisfazioni in termini di managerialità ed economicità del servizio”.