BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 1 Dicembre 2019

BAIANESE. Mai d’Argento, tutto pronto per la presentazione della nuova edizione

di Gianni Amodeo

Le gastronomie del Sud del Mondo per la sana alimentazione e la tutela della Terra.

            Leconomia del legno nella storia del territorio e oggi.

            Il castagno, lalbero del pane nella storia alimentare dellumanità, risalendo ai profili della narrazione di Senofonte, il grande e poliedrico storico greco, e alla poesia di Giovanni Pascoli, il cantore del Nidofamiglia e del Nidocampagna.    

            Sono  i moduli tematici, messi a punto dal Comitato scientifico del Concorso di idee  -per l’assegnazione dei “ Mai dArgento ” del Premio intitolato alla memoria di Galante Colucci uomo di scuola e cultore di storia locale-  che, con il biennio 2019\2020, approda alla quarta edizione; moduli tematici a  “finestre aperte” che generano e dischiudono multiformi ventagli di integrazioni e correlazioni tra i saperi, alimentando il senso della creatività e lo spirito delle conoscenze che mai esaurisce i suoi orizzonti, tracciandone sempre altri e nuovi.

 E’ il variegato e stimolante quadro dei saperi, in cui interagiscono Agronomia, Botanica, Chimica, Economia, la Scienza dellalimentazione, la Storia dei territori con le loro caratteristiche climatiche e via proseguendo su questo itinerario. Sono percorsi che rientrano nella matrice  della manifestazione che rappresenta il modo originale, con cui s’incrociano e si rapportano  tra loro nelle rispettive mission  gli Istituti comprensivi scolastici e lassociazionismo del volontariato civico del territorio dellUnione intercomunale del Baianese e dellAlto Clanio, per  concorrere a  favorire la crescita socio-culturale delle giovani generazioni nella riscoperta dei valori identificativi delle comunità cittadine che per Cultura e Storia confluiscono in una sola Comunità con lo sguardo  proiettato  verso la società mondializzata e senza frontiere del nostro tempo.

            Articolato nelle sezioni di Narrativa, Storia del territorio, Poesia, Arte, Audiovisivi, Grafica, Pittura e  Reportage, il  “Colucci ” è aperto alla partecipazione dei ragazzi e delle ragazze – in singolo e in gruppo per la produzione di elaborati e manufatti in tema-  che frequentano i plessi di Scuola media degli Istituti comprensivi locali. Una sezione speciale – nel segno di tutte le possibili interpretazioni e rappresentazioni dei moduli tematici proposti- è aperta agli studenti delle Scuole superiori e universitari e a tutti i cultori della tradizione del Maio, la cifra simbolica e di sintesi rappresentativa del folclore della Comunità del territorio. E  tutto ciò si registra in coincidenza con l’ampliamento dell’assetto organizzativo della manifestazione, in virtù delle adesioni  ufficializzate da tutte le Pro Loco  attive sul territorio, che con le loro strutture operative integrano e completano al meglio il raggio d’azione del “Colucci”, il cui primo input è stato dato dalle associazioni Maio Santo Stefano di Baiano e Maio Sant’Elia di Sperone e dal Circolo socio-culturale “ LIncontro”. Una bella scelta di coesione sociale. E, per inquadrare la portata del “Colucci”, sarà opportuno rilevare che nelle tre edizioni finora svolte sono 700 glielaborati- con un significativa quota di docu-film, oltre che efficaci videoclip-  e manufatti che figurano nel Grande albo della partecipazione e delle premiazioni con i Mai dArgento. Una realtà che racconta bene la positività del territorio e delle sue giovani generazioni e della Scuola.

            La presentazione della quarta edizione dei Mai dArgento è in programma sabato 7 dicembre – alle ore 11,00– nell’Auditorium del “Giovanni XXIII”, in via Luigi Napolitano.Interverranno le rappresentanze istituzionali della Provincia di Avellino e dei Comuni dellUnione del Baianese e dellAlto Clanio, i dirigenti degli Istituti scolastici comprensivi di Avella, Mugnano del Cardinale\Sirignano\ Quadrelle e Baiano\Sperone, la delegazione  dell’ Ente Parco del Partenio, i presidenti e delegati delle Pro Loco, l’assessora Santina Cerbone, delegata alla manifestazione dall’avvocato Domenico Biancardi, sindaco di Avella, la città che ad aprile ospiterà la giornata d’Anteprima e la giornata della Premiazione del “Galante Colucci”. Connotazione particolare della presentazione, l’intervento sulla castanicoltura– importante voce dell’economia produttiva  della Campania- che svilupperà il dottor agronomo Angelo Pedalino, giovane professionista e attivamente impegnato nella ricerca scientifica quale collaboratore dell’ Istituto del Cnr di Portici.