BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 10 Settembre 2019

BAIANESE. “Salviamo le Api”: focus alla Festa della Nocciola

L’ape è un insetto che  favorisce l’unione amorosa delle specie vegetali esistenti in natura., un impollinatore, erbe ed essenze arboree per riprodursi hanno bisogno di ricevere il polline, seme germinale, dalle piante consimili, funzione che viene svolta soprattutto dalle api. Le api sono fautrici di oltre  il 60% della impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta, garantendo circa il 35% della produzione globale di cibo.  Una cosa è certa: bisogna proteggere questo piccolo insetto oggi minacciato insieme a tanti altri insetti impollinatori. Gli apicoltori vedono di anno in anno ridursi i loro allevamenti e le produzioni di mieli, le api muoiono continuamente a causa dell’uso in agricoltura di alcuni tremendi pesticidi a base di neonicotinoidi che fanno perdere l’orientamento alle api bottinatrici che non riescono a tornare nei loro alveari. . ( Walter Tosi – Il Centro – Web)

Le api sono davvero amiche preziose dell’uomo e della natura, vivono 50 giorni volando per 40 chilometri e posandosi a succhiare il nettare su più di 7000 fiori, ognuna oltre all’impollinazione produce 5 gr. di miele.  A fare moltiplicazioni 2500 api che si posano 1.400.000 fiori producono 1 Kg. Di miele.  

Meno api, meno impollinazione, meno garanzia di biodiversità con le conseguenze nefaste dell’impoverimento botanico. Un quadro desolante dal quale partire per reagire. Alla Festa della Nocciola di Baiano promossa dalla Pro Loco domenica 15 settembre alle 10,30 la piccola cometa ha organizzato il Focus “Salviamo le Api” al quale parteciperanno apicoltori, ricercatori, istituzioni civili e scolastiche. Una speciale danza per le api con coreografie di Ludovica Muccio  dell’accademia La Danse di Baiano e un reading poetico di Paola Miele e Carmine Montella apriranno l’evento seguito dal dibattito, moderato dal Prof. Gianni Amodeo, che vedrà la partecipazione del Presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, il Consigliere Regionale Enzo Alaia, il Sindaco di Baiano Enrico Montanaro, il DS dell’IT Agrario De Sanctis di Avellino Pietro Caterini il Presidente del Parco del Partenio Francesco Iovino, il Presidente dell’APAS Angelo Petretta con l’apicoltore Antonio Maietta, Studio Summit srl e infine  special guest con il prof.Giovanni De Feo con il Metodo Greenopoli.  Mostre artistiche con  le Sculture di Libri di Cettina Prezioso  e i gioelli di fiori veri delle Ali della Vita,  disegni sul tema realizzati dai ragazzi del campus estivo oltre alla presenza delle scuole saranno la corolla dell’evento. Per l’occasione sarà diffuso Avellana 4 il quaderno dell’ambiente della Pro Loco Baiano edito dalla Piccola Cometa. Un prezioso libricino con articoli sul tem, un bellissimo saggio sulle “ Città delle Api” di Gianni Amodeo e le ricette alla nocciola realizzate da chef locali. Le associazioni si impegnano nella salvaguardia dell’ambiente e favoriscono attraverso queste manifestazioni  la diffusione  di una cultura di sostenibilità contro l’uso in agricoltura di quelle sostanze chimiche vedi appunto i  neonicotinoidi  responsabili della morte delle api e di altri danni ambientali. La Festa della Nocciola di Baiano  cresce in qualità che è stata riconosciuta quest’anno anche dall’UNPLI con la consegna ufficiale dell’attestato nei saloni del Senato della Repubblica. Tanti espositori di prodotti eno –  gastronomici e artigianato, spettacoli, mostre fotografiche, degli antichi arnesi e dell’agricoltura meccanizzata e soprattutto una buonissima cucina a base di nocciole. Divertimento assicurato e come recita lo spot della 28° edizione della Festa della Nocciola “ NIENTE E’ COME ESSERCI!”