BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 10 Gennaio 2021

BAIANESE. Variante, c’è la Conferenza dei Servizi per il progetto del Secondo Lotto

La Provincia di Avellino ha indetto la conferenza dei servizi per la realizzazione del Secondo Lotto della Variante del Baianese che interessa i comuni di Baiano, Sperone e Avella. Il prossimo venticinque febbraio, presso la sala “Grasso” dell’ente di piazza Libertà, è prevista la convocazione di tutti gli enti coinvolti e delle oltre cinquanta proprietà private interessate dalle procedure di esproprio (che possono far pervenire le loro osservazioni).

Con l’inizio del 2021 Palazzo Caracciolo ha deciso subito di accelerare le procedure burocratiche con l’obiettivo di giungere, quanto prima, all’approvazione del progetto definitivo della realizzazione dell’arteria in variante ai piani urbanistici comunali vigenti nei comuni interessati.

Il progetto totale per la realizzazione dei circa 3,2 Km del secondo lotto è di 6,5 milioni di euro. Prevista la realizzazione di un’arteria con due corsie larghe quasi quattro metri e una larghezza totale (banchine comprese) di quasi undici metri; tre rotonde per elevare la sicurezza dei cittadini in prossimità dell’imbocco al casello autostradale di Baiano (diametro di circa cinquanta metri), e con l’intersezione circolazione nevralgica dei centri abitanti lungo il percorso. Così come nel primo lotto ricadente nel comune di Mugnano del Cardinale, non è prevista la realizzazione di un impianto di illuminazione. Il tracciato stradale prenderà il via dall’uscita del casello autostradale di Baiano con una intersezione a rotatoria, attraverserà la zona agricola del comune in questione, e quella Pip del comune di Sperone e Avella. L’ente guidato dal presidente Domenico Biancardi ha già stanziato la somma di 2,5milioni per permettere gli interventi del primo stralcio che consentiranno di coprire i costi di realizzazione della prima metà della strada (1,75km), e la realizzazione della rotonda all’uscita del casello autostradale di Baiano. Da reperire gli altri 4 milioni per il completamento dell’opera previsti dal secondo stralcio del lotto.