BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 13 Febbraio 2020

BAIANO. Caso razzismo, la società: “Assurdo, accuse infondate”

Caso razzismo al “Bellofatto”, la società del Baiano non ci sta e con una nota manifesta tutta la sua incredulità per la decisione del giudice sportivo di comminare un’ammenda e la squalifica dello stadio per un turno.

“In serata abbiamo appreso con enorme incredulità attraverso il comunicato ufficiale del Comitato Regionale Campania della L.N.D di una decisione adottata dal Giudice Sportivo su segnalazione del direttore di gara della partita tra Baiano e Montoro disputata domenica scorsa, nella quale ci accusano che nostri sostenitori, al termine della gara insultavano con cori di discriminazione razziale un giocatore di colore della società avversaria. Addirittura comminandoci una ammenda con obbligo di disputa, a porte chiuse, della prossima gara interna.
GRIDIAMO FORTE IL NOSTRO DISSENSO PER QUESTA DECISIONE ASSURDA E ACCUSA INFAMANTE:
LA COMUNITÀ BAIANESE NON È RAZZISTA!
La conferma della nostra versione l’abbiamo avuta contattando la società del Montoro, nelle persone del Presidente, dell’allenatore e dello stesso calciatore interessato: non hanno assistito e subito nessuna discriminazione razziale! E sono pronti a dichiararlo ufficialmente.
La nostra società si è prontamente attivata per la stesura del reclamo avverso la decisione.
Inoltre, stiamo valutando di adire le vie legali per i danni all’immagine subiti: BAIANO NON È RAZZISTA!