BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 7 Febbraio 2019

BAIANO. La tragica fine di Filomena, Montanaro: “L’avevo vista in mattinata”

BAIANO. Una donna piena di vita, l’amarezza per Filomena. Montanaro: “L’avevo vista in mattinata”

Un gesto estremo nel pieno della maturità della vita. Mai segnali di scostamento dell’animo. Nessuno, però, è riuscito a scorgere nel suo interno quell’abisso, quel vuoto, in un cui è precipitata tanto da spingerla a compiere un gesto così incredibile. Un intero paese è sotto shock. Una comunità sgomenta, rimasta senza parole, da circa ventiquattro ore per la fine di Filomena. La giovane 33enne di Baiano nel pomeriggio di mercoledì ha deciso di farla finita generando un dolore incolmabile per la famiglia e per i suoi tanti amici che nel corso degli anni avevano avuto modo di condividere con lei momenti della vita.

Filomena era una ragazza molto conosciuta in paese. La sua vita era stata condizionata dalla perdita della madre diversi anni fa, ma non aveva mai smesso di lottare, superando tutto, rimboccandosi le maniche ed affrontando ogni giorno con entusiasmo. I suoi comportamenti mai avevano fatto presagire ad una fine così terribile. Lavorava in un locale della zona, e al posto di lavoro era regolarmente presente nel turno mattutino di mercoledì. Filomena conciliava gli impegni lavorativi con quelli famigliari non facendo mancare il suo contributo al papà e ai suoi due fratelli.

La notizia della sua fine è stata struggente. Per tutti. Un intero paese si interroga nel vuoto per cercare di risalire ai motivi di ciò che è accaduto. Su Facebook sono tantissimi i ricordi della giovane che nelle foto che postava appariva sempre sorridente e piena di vita.




Provato per l’accaduto anche il sindaco di Baiano Enrico Montanaro. La fascia tricolore conosceva personalmente Filomena. “Quando mi è stata comunicata la notizia ho faticato a crederci perché avevo visto Filomena poche ore prima sul luogo di lavoro… Sembrava tranquilla. Avevo notato che negli ultimi tempi era diventata più magra, ma nulla lasciava presagire un gesto così eclatante. La notizia della sua morte ha scosso tutta la comunità. La sua famiglia è molto conosciuta in paese. Sono molto legato soprattutto ai suoi due fratelli. Siamo vicini ai suoi cari in questo difficile momento”.

Anche la squadra di calcio del Baiano, di cui il fratello di Filomena, Toni, è uno dei dirigenti, è rimasta scossa dalle notizie che giungevano dal paese. I calciatori mercoledì erano appena giunti a Mercato San Severino (dove scendevano in campo per la gara di Coppa Italia) quando hanno appreso della triste notizia. A quel punto la società del Baiano non ha potuto chiedere deroghe per lo spostamento della gara, ed è stata costretta a scendere regolarmente in campo conscia della delicatezza del momento. L’intera società del Baiano si è stretta intorno alla famiglia Napolitano ed ha espresso tutto il suo cordoglio.

Nel frattempo il Comando dei Carabinieri della Compagnia di Baiano guidato dal capitano Gianluca Candura ha ascoltato fino a notte fonda i famigliari e alcuni conoscenti della giovane vittima per cercare di dare un movente all’accaduto. Cosa ha spinto una giovane donna a togliersi la vita? E’ questa probabilmente la domanda a cui difficilmente si riuscirà a dare una risposta.