BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 8 Giugno 2019

BAIANO. L’imprenditore Siciliano: “Un gruppo di amici vuole titolo…”

La serata cruciale per il Baiano è dietro l’angolo. Martedì sera presso l’aula consiliare è indetta una riunione pubblica per valutare la fattibilità di dar vita ad un nuovo progetto sportivo. Potrebbe essere una cordata di imprenditori locali a dare continuità alla storia del sodalizio dopo l’addio di Antonio D’Avanzo. Il condizionale è ancora d’obbligo perché la situazione è tutta da definire e non è detto che vada in porto. E’ chiaro che in questa fase, a poco meno di quarantotto ore dall’ultimatum lanciato due settimana fa dal sindaco Enrico Montanaro, l’interessamento di più soggetti possa rappresentare un buon auspicio per la produzione della classica fumata bianca entro il prossimo primo luglio (giorno d’inizio della stagione sportiva 2019 – 2020).

A poter essere uno dei possibili protagonisti del nuovo corso dirigenziale granata l’imprenditore Giovanni Siciliano che, al riguardo, resta cauto e abbottonato. “E’ ancora presto per capire il da farsi – afferma – in questa fase, dopo che un gruppo di noi ha mostrato interesse e disponibilità ai fini della rilevazione del titolo sportivo del Baiano, c’è bisogno di capire e comprendere cosa fare. Il tempo a disposizione c’è e quindi occorre procedere per passi e con le dovute cautele. La fase è ancora molto delicata e quindi bisogna aspettare la prossima settimana per avere un quadro della situazione più delineato”.

La situazione si delineerà dopo il week end. “Il discorso che eventualmente decideremo di mettere in pratica è sicuramente di ampio raggio, un’apertura totale nei confronti di tutti coloro che hanno intenzione di far parte del nuovo progetto. In questa fase vi è ancora molta incertezza e non è detto che debba essere il sottoscritto il nuovo punto di riferimento – puntualizza l’imprenditore Giovanni Siciliano – Siamo un gruppo di amici il cui obiettivo è quello di voler fare qualcosa di buono per lo sport del paese, ma la strada è ancora lunga…”.