BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 30 Luglio 2020

BAIANO. Movida indisciplinata, il comune corre ai ripari. Ecco le nuove regole

Tutto come previsto: arriva il giro di vite sulla movida anche nel comune di Baiano. Dopo Mugnano del Cardinale, anche nel vicino comune mandamentale arrivano direttive stringenti alle quali giovani e meno giovani dovranno, giocoforza, attenersi rigorosamente.

A seguito delle segnalazioni di comportamenti indisciplinati che varcherebbero la soglia dell’accettabilità, del decoro e soprattutto della sicurezza di coloro che sono presenti nei centralissimi luoghi di ritrovo del paese, vedi in particolar modo i bambini, c’è l’ordinanza del comune di Baiano pronta a disciplinare la situazione.

A prendere in esame la situazione, alla luce anche della questione dell’incolumità pubblica affrontata in consiglio comunale tra le componenti politiche, l’assessore alla sicurezza e alla viabilità Carmine Acierno.

Di fronte all’accesso in contrasto con quanto previsto dalla legge in piazza Napoletano di ciclomotori, si è deciso di intervenire. L’ordinanza sottoscritta dal vicesindaco Stefano Sgambati prevede il divieto di accesso sia di auto che di motocicli all’interno della piazza principale del paese per tutto il mese di agosto.

Il comune di Baiano, inoltre, ha deciso di regolamentare anche i comportamenti dei cittadini in giro per il centro del paese nelle ore serali prevedendo: “Il divieto su tutto il territorio comunale di schiamazzi, di rumori molesti anche derivanti da un utilizzo emulativo dei veicoli, di assembramenti chiassosi e occupazioni impropri della sede stradale e degli spazi con limitazioni o intralci alla libera circolazione, di qualsiasi azione suscettibile di disturbare la quiete notturna e il riposo delle persone, in particolare: Tutti i giorni, sabato e domenica compresi, dalle ore 23:30 alle ore 7:00 del giorno dal 01 agosto al 30 settembre”.

Inoltre “ai titolari delle attività quali bar, circoli, ristoranti, pizzerie etc.. è fatto obbligo di vigilare affinché, all’esterno dei locali e in particolare all’uscita dagli stessi, i frequentatori evitino comportamenti dai quali possa derivare pregiudizio alla quiete pubblica e privata, nonché all’igiene pubblica. I gestori sono tenuti, nell’adiacenza dei suddetti esercizi e relativi spazi pertinenziali, a collocare appositi contenitori di rifiuti; sono tenuti, inoltre, alla chiusura dei medesimi, ad asportare i residui di consumazioni dal suolo pubblico nonché a ricoverare i contenitori per la raccolta all’interno dell’esercizio”.

Ascoltate le esigenze dei cittadini – afferma l’assessore Acierno – la nostra amministrazione ha deciso di intervenire per cercare di contrastare lo stato disagevole richiamato. Mettere in campo tutte le azioni destinate ad aumentare la sicurezza dei cittadini, è senza dubbio importante. Purtroppo in questo momento sulla situazione della vigilanza influisce il numero esiguo di vigili urbani in dotazione alla pianta organica comunale. A seguito di una serie di collocamenti a riposo di diversi agenti, l’organico è composto solamente da due unità. Per questo motivo non è facile gestire la situazione. Anzi mi auguro in una fattiva collaborazione da parte delle autorità di pubblica sicurezza, vedi Carabinieri e Guardia di Finanza, per prevenire la repressione di fenomeni spiacevoli nel centro del paese”.